Bussolengo: Venerdì incontro imperdibile con l’ideatore di “Eroica”, evento ciclistico che è diventato un fenomeno globale

Venerdì 15 settembre alle 20.30, l’aula magna della scuola Beni Montresor a Bussolengo si prepara ad ospitare un evento importante per gli appassionati delle due ruote a pedali. L’incontro sarà con l’ideatore e fondatore di Eroica, Giancarlo Brocci (nella foto), e rappresenterà un’opportunità unica per immergersi nel mondo di una delle manifestazioni ciclistiche più iconiche di sempre.

L’evento è organizzato dalla cooperativa Mental Green e gode del patrocinio del Comune di Bussolengo, sottolineando l’importanza di promuovere il cicloturismo come strumento per lo sviluppo del territorio.

Al microfono, Giancarlo Brocci, giornalista e scrittore di successo, noto per la sua biografia su Gino Bartali, dialogherà con Isaia Spinelli, presidente di Mental Green, e Beppe Muraro, rinomato giornalista RAI. Sarà un’occasione per conoscere da vicino la mente creativa dietro Eroica e scoprire le storie e le passioni che guidano questa manifestazione.

Per chi non lo sapesse, Eroica è un evento ciclistico che, a 25 anni dalla sua prima edizione, è diventato un vero e proprio fenomeno globale. Ogni anno, migliaia di appassionati della bicicletta si riuniscono a Gaiole in Chianti, in provincia di Siena, per celebrare la cultura della bicicletta d’epoca e l’arte di viaggiare con lentezza.

Creato nel 1997 da Giancarlo Brocci, con la partecipazione di 92 appassionati “eroici”, l’evento è cresciuto nel corso degli anni, trasformandosi da una semplice corsa in bicicletta in un vero e proprio stile di vita. Oggi, Eroica è molto più di una gara ciclistica, è un movimento che unisce gli amanti delle biciclette, la bellezza dei paesaggi, e la scoperta di percorsi impegnativi e ristori indimenticabili.

La Toscana è diventata il cuore pulsante di Eroica, con il suo circuito di strade bianche percorse da centinaia di migliaia di ciclisti, cicloturisti e cicloamatori ogni anno. Questo fenomeno ha creato un impatto importante sul territorio in termini di sviluppo turistico ed economico, creando posti di lavoro e contribuendo alla difesa dell’ambiente.

L’assessore alla cultura del Comune di Bussolengo, Valeria Iaquinta, ha commentato: “Giancarlo Brocci ha saputo dare vita a un evento che valorizza l’idea di un ritorno al ciclismo di un tempo, con percorsi che si svolgono in buona parte su strade bianche e biciclette d’epoca. Abbiamo accolto con piacere l’idea di ospitare a Bussolengo questa bella iniziativa che ci offrirà la possibilità di discutere di cicloturismo, non solo come opportunità per gli appassionati, ma soprattutto come strumento per sviluppare un turismo lento e responsabile, che porti occasioni di sviluppo per il territorio promuovendo anche un nuovo approccio alla valorizzazione dei beni culturali, della storia e delle tradizioni che sono parte della sua identità”.

Roberto Zampieri della cooperativa Mental Green ha aggiunto: “Siamo felici di questo primo evento organizzato a Bussolengo e della positiva sinergia che abbiamo avviato con l’Amministrazione comunale. L’obiettivo è di continuare a collaborare per iniziative come questa dedicate al cicloturismo, che sta diventando sempre più importante per lo sviluppo del territorio”.

L’incontro con Giancarlo Brocci promette di essere un’esperienza unica per gli appassionati di ciclismo e per chiunque sia interessato a esplorare nuove opportunità per lo sviluppo turistico e culturale del territorio.

Elisa Oliosi
Nasce il 28 febbraio 1985 e risiede a San Giorgio in Salici da sempre. Si è laureata in Lingua e Letteratura Moderna e Contemporanea per poter insegnare: ciò che ha sempre sognato. Ora insegna Letteratura e Storia presso l'Istituto Tecnico di Bussolengo. E' sposata con Carlo, un collega di università, e ha due bambini.