Bussolengo: a maggio torna la Festa delle Rose e debutta il mercatino dell’antiquariato Bussolengo Antica

Come ogni anno la primavera porta con sé il profumo delle rose: sabato 4 e domenica 5 maggio torna per le vie del paese la Festa delle Rose, giunta quest’anno alla settima edizione, un appuntamento promosso dal Comune di Bussolengo insieme a Flover e MABO Agency & FAMA SRLS, con Verona Report come media partner.

Come da tradizione i fiori saranno protagonisti della festa grazie all’esposizione florovivaistica in Piazza 26 Aprile con tantissime varietà  di piante e fiori, alcune molto particolari, che arrivano da tutto il mondo e tra loro anche la speciale Rosa di San Valentino, prodotta e commercializzata da Flover.

Tutti i fiori potranno essere acquistati e in Piazza della Libertà sarà possibile visitare il mercatino di prodotti artigianali ed oggettistica, con creazioni originali e tante curiosità da scoprire: gioielli, abbigliamento fatto a mano realizzato in cotone naturale e canapa, candele realizzate con i fiori, pietre, porta-essenze per profumare cassetti e armadi, tovaglie e cuscini decorativi.

Oggetti fatti con materiale restituito dal mare e legno grezzo che prende forme uniche e tra i banchi del mercatino tante proposte realizzate con materiali che la Natura generosamente ci dona per uno shopping di primavera all’insegna della creatività con un mix di colori e profumi che delizieranno gli occhi e l’umore.

In via Mazzini, via Borghetto e Piazza Nuova arriveranno i banchi del Mercato di Forte dei Marmi che sarà, come al solito, un autentico spettacolo di bancarelle che faranno rivivere le magiche atmosfere del Mercato del Forte, sinonimo di genuinità e qualità artigianale garantita. Sui banchi di vendita sarà possibile trovare il meglio della tradizione toscana ed italiana dell’artigianato di qualità: abbigliamento, pelletteria di altissima fattura artigianale, stoffe pregiate, biancheria per la casa, porcellane, bijoux e raffinati tessuti.

L’inaugurazione della Festa delle Rose con il taglio del nastro è prevista sabato 4  maggio alle 10:00 in Piazza 26 Aprile e sarà seguita dall’esibizione della cantante Sara Richelli.

Nell’ambito della Festa delle Rose, la Galleria Massella ospiterà la Mostra dal titolo “DÉJÀ-VU” a cura di Ketty La Rosa e Licia Massella e sarà possibile visitare la mostra, con ingresso libero, dal 4 maggio al 2 giugno presso la Galleria in Piazza 26 Aprile 17.

La Festa delle Rosericorda il sindaco Roberto Brizzisegna per Bussolengo l’inizio della primavera, con un appuntamento che negli anni scorsi è stato sicuramente apprezzato, con il paese fiorito grazie alla bellissima esposizione floreale che con i suoi colori è uno spettacolo per gli occhi. Voglio ringraziare ogni persona coinvolta nell’organizzazione per il grande lavoro fatto e invito tutti, bussolenghesi e visitatori, a godere con noi di questa bella occasione per festeggiare insieme la primavera“.

Il vicesindaco Massimo Girelli ha aggiunto: “La Festa delle Rose torna in questo primo weekend di maggio e segna l’apertura della stagione degli eventi con il bellissimo mercato e la presenza del Mercato di Forte dei Marmi, organizzato da Anyma Eventi, sempre molto apprezzato. Ma come sapete ci piace arricchire la nostra proposta sempre con nuovi appuntamenti e oggi annunciamo che nel mese di maggio debutterà una novità assoluta: anche  Bussolengo avrà il suo mercatino del collezionismo, dell’usato, modernariato e antiquariato. Si chiama “Bussolengo Antica” e si terrà, per una prima fase, il secondo sabato del mese nei mesi di maggio, giugno, settembre e ottobre nella zona di via Mazzini e Piazza 26 Aprile“.

Il primo appuntamento sarà il prossimo 11 maggio, si partirà con circa quaranta banchi che coloreranno la piazza davanti al Municipio per proporre ai visitatori un viaggio nel tempo, tra oggetti antichi, porcellane, libri, e arredi di modernariato e  antiquariato.

Nel mese di maggio inoltre trovano spazio due iniziative culturali presso il Chiostro Francescano della Madonna del Perpetuo Soccorso:  il 3 maggio alle 20:30 un convegno dedicato ai 400 anni del chiostro e del convento con gli interventi di padre Luigi Dima del Convento di San Bernardino di Verona e di Cristiano Girelli, architetto e storico, grande conoscitore del territorio.  Venerdì 10 maggio alle 21:00 il chiostro aprirà  le porte all’opera per soprano, tenore, coro misto, flauto, oboe, violoncello e arpa di Roberto Greppi “Surge – Ricami d’amore”.

Alessandro Ceradini
Nato nel 1980 residente al Basson da generazioni, ragionerie diplomato all’Istituto Tecnico Commerciale Anton Maria Lorgna. Lavora al Consorzio di Bonifica Veronese da quasi vent’anni. Adora la compagnia, la buona cucina, viaggiare e passare del tempo con i suoi cani. Oltre a scrivere, grazie alle patenti conseguite, realizza video ed immagini con l’uso di droni.