Bruno Prosdocimi festeggia sessant’anni di (straordinaria) carriera

In questo mese il Baco da Seta si unisce al tributo per celebrare il traguardo di sessant’anni di carriera dell’artista: decenni trascorsi tra i protagonisti del panorama culturale veronese, costellati di innumerevoli collaborazioni con importanti realtà. Quale momento migliore per ripercorrere insieme le più interessanti?

Giovanissimo, in trasferta

Il 1961 vede il “battesimo artistico” di Prosdocimi a Milano alla redazione di Topolino, già a tu per tu con sceneggiatori e disegnatori del calibro di Guido Martina e Romano Scarpa. Per la famosa rivista realizza personalmente locandine, giochi e gadget tutt’ora ricordati dai nostalgici e ricercati dai collezionisti.

Nel 1968 a Modena è autore per la Panini: indimenticabili le sue caricature ai calciatori del campionato, diventate negli anni vere e proprie figurine raccoglibili in album. È il suo talento: con un inconfondibile stile coglie i lati caratteristici di ognuno e li trasforma in tratti di matita e colore.

È ospite di varie trasmissioni televisive, su emittenti locali e nazionali – una su tutte “Chissà chi lo sa?” tra gli anni ’60 e ’70, presentata da Febo Conti e diretta da Cino Tortorella – che lo rendono noto al pubblico per le doti di infaticabile caricaturista di tanti personaggi dello spettacolo.

Bruno Prosdocimi con una sua opera.

Ritorno a casa

Dal 1980 si dedica a rendere omaggio alla sua città natale, con decine di illustrazioni – dipinti ma anche serie di cartoline – relative ai luoghi e ai momenti più salienti della vita veronese: i manifesti per le edizioni di VeronaFil, i ritratti per il Festival dell’Opera Lirica in Arena, i Carri carnevaleschi per il “Bacanal del Gnoco”…

Arriva perfino in provincia: tra gli anni ’70 e ’80 disegna le mappe del parco di Gardaland; nel 2016 a Bussolengo, in Piazza XXVI Aprile, realizza un murales – una installazione temporanea con le fattezze di un calendario dell’avvento – che ha saputo impreziosire il periodo natalizio.

Prosdocimi in libreria

L’autore si è raccontato in tantissime interviste rilasciate a testate locali e nazionali. Una carrellata più puntuale di aneddoti ed esperienze lavorative è stata pubblicata nel 2018 da Iacobelli Editore nel volume “Prosdocimi – La vita è un gioco: Topolino, umorismo, figurine, tv”.

In edizione illustrata e reperibile nelle principali librerie online e fisiche, vede l’impegno della giornalista e biografa Paola Biribanti nel dipanare la matassa delle vicende artistiche del nostro. Vanta inoltre una prefazione di Luca Boschi, saggista di punta del panorama fumettistico italiano. Ne consigliamo la lettura, irrinunciabile in questo mese di festa.

La scheda

Di seguito i precedenti articoli di questa rubrica relativi a Bruno Prosdocimi.

Per il francobollo del Natale laico nel 2018:

Per il francobollo dedicato a Sandra Mondaini e Raimondo Vianello nel 2020:

Giulia Nicoli
Laureanda in Giurisprudenza all'Università di Verona, vive a Bussolengo con la famiglia. Dal 2021 è socio scrittore USFI Unione Stampa Filatelica Italiana. Da sempre si interessa di fotografia, filatelia, viaggi e arte.