Bolli virtuali anche per il Comune di Sona

Con l’entrata in vigore del decreto legge fiscale, il pagamento delle imposte di bollo per determinate categorie di atti e documenti, potrà avvenire in modo virtuale, attraverso carta di credito o bonifico bancario ecc. per tutte le richieste rivolte alla pubblica amministrazione che necessitano dell’assolvimento dell’imposta di bollo. E quindi anche al Comune di Sona.

 

La norma, che modifica l’art 15 del Dpr 642|72 in materia di imposta di bollo, è stata introdotta dalla Commissione finanze del Senato che ha accolto un emendamento della senatrice della Svp, Helga Thaler Ausserhofer. “Finora – spiega la presentatrice dell’emendamento – il cittadino poteva inoltrare telematicamente le istanze rivolte alla p.a, ma doveva, contemporaneamente, consegnare brevi manu o a mezzo posta la marca da bollo. Veniva così, di fatto, neutralizzato l’effetto semplificativo dell’invio on line. Da ora, grazie a questo emendamento – conclude la rappresentante della Svp – l’imposta di bollo potrà essere assolta in modo virtuale, conseguendo un significativo miglioramento sulla strada di una generale e necessaria semplificazione burocratica e amministrativa”.


Articolo precedenteInterrogazione dell’opposizione
Articolo successivoGara per la gestione del Nido
Mario Salvetti
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.