“Ayrton Senna il predestinato”. A Palazzolo una serata per raccontare il campione (e l’epopea dei go kart nella frazione)

Le sensazioni del rombo dei motori e del profumo di benzina torneranno ad avvolgere la piazza Vittorio Veneto di Palazzolo mercoledì 30 agosto per la serata “Storie di Motori”, organizzata dall’associazione La Torre e con Il Baco da Seta protagonista come media partner.

Sul palco, assieme al vicedirettore del Baco Federica Valbusa ci sarà il redattore Massimo Giacomelli che racconterà del libro “Go-Kart. Palazzolo una piccola Montecarlo” scritto qualche anno fa ma che, a causa della pandemia, non ha mai potuto essere presentato al pubblico.

La serata proseguirà con lo spettacolo live storytelling “Ayrton Senna il predestinato” di Diego Alverà, famoso narratore di eventi e campioni sportivi, che racconterà con appassionata enfasi e magico trasporto la biografia dell’amato pilota brasiliano prematuramente scomparso in pista ad Imola il primo aprile 1994.

Un doppio legame unisce le due storie proposte agli spettatori. Senna, infatti, si è fatto conoscere nel motorsport iniziando proprio dai go-kart e diventando un asso in Sudamerica. Traferitosi in Italia gareggiò con i Kart marchiati Dap-Parilla avendo come compagno di squadra Walter Masini, il quale proprio a Palazzolo nel 1981 corse e fu coinvolto in un serio incidente.

La carriera di Senna in Formula Uno fu poi trionfale con tre titoli di campione del mondo nel 1988. 1990 e nel 1991 ma viene soprattutto ricordato anche per il suo particolare feeling con il circuito di Montecarlo in cui vinse per ben sei volte, di cui cinque consecutive, stabilendo un record ancora imbattuto.

E proprio “piccola Montecarlo” veniva chiamato, quando ci si correva qualche decina di anni fa, il circuito cittadino di go-kart di Palazzolo per la sua particolare conformità a saliscendi e per la sua contiguità a muri, marciapiedi ed abitazioni.

Il rettilineo di partenza della gare di go kart a Palazzolo.

Una serata da non perdere, quindi, per gli appassionati di motori ma dedicata anche (e forse soprattutto) a chi si fa coinvolgere da una storia umana intensa, profonda e ricca di significato proposta dal palco con maestria dall’autore e scrittore veronese.

La serata, ad ingresso libero, avrà inizio alle 20.30 e fa parte dell’offerta culturale proposta dall’associazione La Torre che si impegna a valorizzare e far conoscere le bellezze della frazione di Palazzolo.

Giulio Braggio
Abita a San Giorgio dalla nascita (14 marzo 1960). Sposato con Paola, è attivo da sempre nel mondo del volontariato. Ha fatto anche un’esperienza politica a livello locale come Consigliere comunale dal 1990 al 1998. Da una decina d’anni lavora nel sindacato Cisl. E’ appassionato di fotografia, informatica, automobilismo e amante dei cani. Collabora con il Baco da Seta dal 2002.