Le critiche tanto al chilo a Sona, l’incapacità di riconoscere le competenze degli altri e la lezione di Ottone

Il diritto di commentare e criticare è sacro, ed è anche assai utile perché permette a chi opera di porsi delle domande in merito alla qualità del proprio lavoro e, inoltre, crea un dibattito pubblico che può essere fermento per una comunità più partecipi. Ma vi sono dei limiti dati dal buon senso e dall’oggettività della realtà delle cose umane.

La solitudine di un Sindaco

Quando rimani ultimo baluardo sul territorio, e questo sono i Comuni, hai poche scelte. Tieni la posizione, comunque e nonostante tutto. Un’altra strada non è concessa. Lavori ogni giorno, fai il tuo meglio, tenti di mettere toppe e di legare corde per tenere assieme ciò che invece sembra andare irrimediabilmente a rotoli.