mercoledì 25 Novembre 2020

social e contatti

Federica Valbusa

Nata nel 1988, coltiva la passione per la scrittura fin da quando era bambina. Ha iniziato a scrivere per Il Baco da Seta nel 2005, all’età di 17 anni. Dopo la maturità classica, ha conseguito la laurea triennale in Filosofia e la laurea magistrale in Scienze filosofiche presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dal febbraio del 2011 è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco dei pubblicisti, del Veneto e da qualche anno è collaboratrice del quotidiano L’Arena. Da ottobre 2020 è Vicedirettore del Baco.
53 ARTICOLI

Coronavirus a Sona. L’intervista del sabato al Sindaco Mazzi: “Siamo vicini alla riapertura, ora serve responsabilità”

Riguardo ai buoni spesa, ne già erogati sono 52, e lunedì ne erogheremo altri. Finora abbiamo raccolto più di 330 domande, veramente tantissime.

Coronavirus: Nessun contagio nella Casa di Riposo di Lugagnano, grazie alla scelta di blindarla subito

Decidere di chiudere la struttura ai visitatori non è stato facile, anche perché si prevedeva che agli ospiti sarebbe mancato molto il contatto con i familiari; ma questa decisione è stata necessaria.

Coronavirus. L’intervista del sabato al Sindaco Mazzi: “Dobbiamo resistere, è il momento decisivo. Ringrazio i cittadini per l’impegno”

"Tutta l’organizzazione che si è attivata per fronteggiare questa emergenza sta rispondendo nel migliore dei modi".

Coronavirus a Sona: il rischio panico creato dalle bufale via WhatsApp e l’importanza del nostro senso critico

Abbiamo avuto anche una fake news tutta sonese: avrebbero allestito delle tendopoli davanti alla Grande Mela, per ospitare le persone contagiate.

Coronavirus a Sona: “Le restrizioni si sono rese necessarie per l’irresponsabilità di tanti”, nuova intervista al Sindaco Mazzi

"Quando ci sarà un'inversione nella curva dei contagi, ci vorranno almeno tre mesi per riportare la situazione alla normalità"

Coronavirus a Sona. Il Sindaco Mazzi: “ecco cosa stiamo facendo per vincere questa guerra”

"I nostri nonni erano chiamati ad andare al fronte, noi siamo chiamati a rimanere a casa. Se lo faremo ne usciremo".

Coronavirus, vulnerabilità e panico: una società emotivamente impreparata, anche a Sona

Un’altra competenza emotiva importante è quella di saper orientare lo sguardo su quanto, nei momenti di difficoltà, può nutrire un sentire positivo: se ci impegnassimo a farlo, sentiremmo la gratitudine per il lavoro incessante dei medici e degli operatori sanitari degli ospedali e delle ambulanze, l’orgoglio per la bravura dei ricercatori impegnati a studiare il virus e i modi per debellarlo, la fiducia in una una comunità che, pur bloccata per alcuni giorni in molte delle sue espressioni quotidiane, riesce a trovare modi per restare unita.

“La montagna si proietta in collina”, al via venerdì la tredicesima edizione del Sona Film Festival. Tante le novità

La novità principale della rassegna di quest'anno riguarda le collaborazioni con altre due rassegne cinematografiche: l’“Euganea Film Festival” e il “Corto e Fieno Festival del Cinema Rurale”.

Dai Lions 16mila euro all’Emporio Solidale di Sona e Sommacampagna, per una solidarietà che aiuta concretamente

Inaugurato il 22 settembre del 2018, il minimarket solidale di via Nascimbeni ha da poco festeggiato il suo primo anniversario, rivelandosi una “scommessa vinta” a sostegno del territorio.

Lugagnano: Il batterista Erik Spedicato e la musica, tra etica e filosofia. “Suonare ci fa scoprire chi siamo”

“La musica, come tutte le cose che fanno breccia dentro di noi, ha un potere terapeutico. Con me è stato così, perché attraverso la musica io ho sentito di valere. Non mi sono buttato via in altre cose".

“Un’indagine pittorica che decanta il mondo in forme astratte”. Marica Fasoli di San Giorgio in Salici ed un percorso artistico di ricerca

Nel 2006 ha conseguito la specializzazione in anatomia artistica presso l’Accademia “Cignaroli” di Verona dove, dall’anno accademico 2016/2017, è docente del corso libero di pittura iperrealista.

Lugagnano: festa al centro polifunzionale per i 105 anni di Luigia

Le passioni di Luigia sono sempre state la lettura e la tombola, gioco in cui si diletta ancora oggi, al giovedì, in casa di riposo.