“Non si può morire se non si vive”. Roberto e Orietta e la testimonianza di una fede colma d’amore a cinque anni dalla scomparsa di Alice

Alice, la primogenita volata in cielo cinque anni fa, è costantemente dentro di loro, angelo presente nella quotidianità familiare: Orietta immagina che ora lei sia su un’isola gigantesca, in cui tutti coloro che sono morti per la fibrosi cistica possono correre e fare tutto quello che non hanno potuto fare in vita. E immagina che là Alice sia circondata da bambini, perché è proprio dei più piccoli che lei amava prendersi cura.

Clown di corsia: martedì a Caselle si presenta l’Associazione ViviamoInPositivo. Perché non partecipare?

“Sorridiamo non perché qualcosa di bello è successo, ma qualcosa di bello succederà perché noi sorridiamo”: questo è il motto dei clown di corsia dell’associazione V.I.P. (ViviamoInPositivo) Verona Onlus (nella foto), la cui missione è quella di portare un sorriso, un’atmosfera colorata e un po’ di divertimento negli ospedali e nelle case di riposo.

L’Officina Granuzzo di Lugagnano compie settant’anni. Una storia di passione vera, sulle due ruote

L’attività è stata fondata dal padre Romeo, nel 1948 nello spazio domestico che era stato del nonno Gaetano, ex controllore delle ferrovie. Con l’ingrandirsi della frazione, che si estendeva progressivamente verso la città, si ingrandiva anche l’officina. Il piccolo locale, a ridosso di via Mancalacqua, si è prima allargato di lato, togliendo spazio alla cucina, di cui tuttora è visibile l’antica pavimentazione, e poi in lunghezza, retrocedendo verso via Molinara Nuova.