Aperitivo e arte: oggi a Sona l’ultimo appuntamento della rassegna culturale “Antologia”

Si conclude oggi venerdì 26 maggio la rassegna di aperitivi culturali “Antologia”. L’ultimo appuntamento (Alda Merini: poesie d’amore, tra religione e follia) si svolge alle ore 18.30 nella Biblioteca di Sona. L’ingresso è libero, e l’aperitivo offerto.

L’ospite della serata, don Marco Campedelli, è stato grande amico di Alda Merini:

Un’amicizia che mi ha cambiato la vita, che mi ha insegnato a far cantare le parole della liturgia nei cuori della gente.

“Don Chiodo” – così affettuosamente lo aveva soprannominato la poetessa – aveva il privilegio di essere chiamato a tutte le ore del giorno e della notte per trascrivere le poesie che Alda gli dettava al telefono: debilitata dalla malattia, lo aveva scelto come custode dei suoi versi e della sua ispirazione irruente, come sostituto del rapporto intimo che c’è fra lo scrittore e le sue carte.

Nel 2015, don Marco cura un’edizione postuma di testi inediti della Merini, «Santi e poeti», insieme a Roberto Fattore, Luca Bragaja e Marisa Tumicelli.

Un incontro, dunque, sulla poetessa che ha lasciato il segno nella storia della letteratura italiana, ma che affronta anche i grandi temi della religione e della malattia mentale, e del labile confine che li separa. Del resto, la stessa Alda Merini ha scritto:

Si dice che i santi siano dei folli, ma il rifiuto della ragione in nome della fede può essere molto rischioso. Nella ragione c’è il dubbio e il tormento del dubbio, ma nella fede c’è l’abbandono totale all’inconoscibile e al nostro io migliore.

Tutti gli aggiornamenti possono essere seguiti sull’evento Facebook.

L’iniziativa è sostenuta economicamente da Bando alle Ciance, un bando intercomunale di finanziamento di idee giovanili, ed è organizzato da sei ragazzi del Comune (Giulia Borace, Rachele Coccolo, Irene Pachera, Maria Pachera, Federica Slanzi, Dennis Turrin), con la volontà di maturare e dare continuità a quanto avviato col Progetto Gutenberg.

Articolo precedenteNuovi successi per l’arrampicatrice Giorgia Strazieri di Lugagnano: ora punta alle Olimpiadi di Tokyo
Articolo successivoDiversamente in Danza con il pianista Alessandro Martire, stasera alla Granguardia di Verona
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews