Annullata la nuova scuola materna?

Ascolta questo articolo

Con una motivazione in autotutela, l’Amministrazione ha deciso di annullare il bando per la costruzione della nuova scuola materna di Lugagnano.

 

Ma veniamo allo storia. Il progetto aveva una sua fase di inizio nel 2008, quando con deliberazione della giunta comunale veniva approvato il progetto preliminare relativo alla “Realizzazione nuova scuola materna in Lugagnano di Sona”. Il progetto preliminare prevedeva una spesa per la realizzazione dell’opera pari a complessivi € 2.680.000,00, finanziata parte con mezzi propri del bilancio comunale e parte con mutuo.

 

Nel novembre del 2010 la stessa giunta comunale tenuto conto delle nuove indicazioni fornite dall’Amministrazione comunale, ridetermina il quadro economico dell’opera prevedendo un importo complessivamente quantificato in € 3.116.200,00 con la delibera di “Realizzazione nuova scuola materna in Lugagnano di Sona – Approvazione progetto preliminare”.

 

Nel Febbraio 2011 si pubblica il bando di “Gara per affidamento lavori di realizzazione scuola materna in Lugagnano di Sona in locazione finanziaria”.

 

L’iter è stato due giorni fa annullato come si evince dall’avviso sul sito del comune. Si è ricorso all’autotutela, ai sensi dell’art. 21 nonies della L. 241/90, per le motivazioni esposte nella Determinazione del Responsabile del Settore LL.PP.-Urbanistica R.G. n. 253 del 21.03.2011 pubblicata sul sito internet del Comune di Sona, nella sezione “Albo pretorio on-line”.

 

Ad oggi quelle motivazioni non sono reperibili sul sito del comune. Speriamo che questo atto così importante sia puntualmente inserito nel sito del comune, e non solo annunciato.

 

In ogni caso, il ricorso all’autotutela ai sensi dell’art. 21 nonies della L. 241/90 si ha quando il provvedimento amministrativo è stato adottato, come afferma in modo letterale lo stesso Art. 21 nonies, in violazione di legge o viziato da eccesso di potere o da incompetenza (Art. 21 octies). Il provvedimento in genere si adotta tenendo conto degli interessi dei destinatari e dei controinteressati.  Ancora più curiosità, quindi, si ha in attesa della pubblicazione on line delle motivazioni. Tutto ciò, quindi, si innesta nel percorso tormentato di questa opera.