Ancora un lutto a Lugagnano: è scomparsa a 95 anni Maria Mazzi “Matio”

Sono giorni di profondi lutti a Lugagnano. Dopo quello per Raffaello Manzato, scomparso il 16 marzo, ad andarsene quasi nelle stesse ore a novantacinque anni è stata Maria Mazzi del ramo dei Matii.

Nata nel 1921, Maria “Matio” – così era conosciuta da tutti – rappresentava veramente un’immagine forte e cara della vecchia Lugagnano.

La sua biografia è infatti simbolo di come si possa dedicare un’intera esistenza agli altri, con profondo spirito religioso e di servizio. Un esempio luminoso in tempi come i nostri nei quali sembra trionfare un individualismo feroce quanto sterile.

Da giovane Maria pensò a lungo se prendere il velo, poi la sua divenne una scelta di impegno laico nella comunità fortemente contraddistinto, come si diceva, da un’inesauribile e feconda vocazione religiosa.

Fu tra i fondatori e tra i maggiori ispiratori del Gruppo dell’Ammalato, e fin che le forze glielo avevano permesso non perdeva occasione per visitare i nostri malati in ospedale.

Una cosa che forse pochi sanno è che fu proprio lei a dare vita al prezioso servizio della raccolta della carta, che poi per molti anni divenne un’attività importante della parrocchia di Lugagnano finalizzata a supportare economicamente i missionari della frazione sparsi per il mondo.

Non sono pochi quelli che ancora la ricordano girare per il paese spingendo a mano un carrettino nel quale stipava la carta ed i cartoni che i vari negozi ed esercizi commerciali le facevano trovare.

Una donna piccola ma forte, sempre vestita con colori scuri illuminati però da un sorriso immancabilmente radioso, sempre accompagnata dalla sua bicicletta di anni andati, Maria “Matio” era per Lugagnano una presenza riconosciuta e apprezzata da tutti. E la malattia che negli ultimi anni l’aveva costretta a ritirarsi non l’ha certo fatta dimenticare alla sua comunità.

Un affetto dimostrato dal forte cordoglio che ha attraversato Lugagnano alla notizia della sua scomparsa.

Il funerale si terrà nella chiesa parrocchiale di Lugagnano lunedì 20 marzo alle ore 10, poche ore prima dell’addio a Raffaello Manzato, che si terrà nella stessa chiesa nel primo pomeriggio, alle 15.30.

Saranno occasioni tristi ma preziose per salutare due persone che, in maniera differente ma ugualmente preziosa, hanno saputo donare e donarsi per la nostra comunità.

Anche alla famiglia di Maria “Matio”, che lei tanto ha amato, le condoglianze del Baco.