Ascolta questo articolo

L’idea di istituire questo servizio anche a Sona capoluogo è nata nella primavera dello scorso anno da un gruppo di genitori volontari ed è stata subito supportata e sostenuta dall’Amministrazione Comunale.

 

Nel mese di ottobre dello scorso anno abbiamo vissuto le fasi finali della “messa in strada”: il 26 ottobre infatti si è tenuta, presso il cortile della Scuola Primaria “A. Aleardi”, la festa di inaugurazione durante la quale ai bambini ed agli accompagnatori sono stati ufficialmente consegnati gli indumenti di riconoscimento ed assegnato loro il mandato; il 27 ottobre il Piedibus ha preso il “via” …..60 bambini in fila indiana, suddivisi in tre linee, accompagnati dai volontari e dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Meri Pinotti che, oltre ad essersi sempre resa disponibile e partecipe per la realizzazione del progetto, ha voluto personalmente presenziare alla prima “corsa” del Piedibus.

 

Ma cerchiamo di capire meglio perché nasce il Piedibus. Quella che inizialmente sembrava essere la volontà di decongestionare il traffico davanti alla Scuola Primaria di Sona nell’ora di punta (7.30/8.00), si è poi trasformata in una realtà ben diversa: il Piedibus infatti offre notevoli vantaggi per adulti e bambini, non solo dal punto di vista ambientale!

 

Nord Europa, Stati Uniti, Canada, Nuova Zelanda….Walking-bus, I Walk to School, Piedibus; tanti nomi diversi, un unico comune denominatore: andare a scuola a piedi! Il Piedibus è un modo divertente, salutare ed ecologico per andare a scuola, con benefici per la salute di tutti (non solo dei bambini!) e per il traffico. Oggi i genitori tendono ad accompagnare a scuola i loro figli in macchina, ma le conseguenze negative di questa abitudine “poco salutare” si vedono e si sentono: ingorghi pazzeschi in prossimità della scuola, parcheggi selvaggi, inquinamento acustico, concentrazione oltre ogni limite dei gas di scarico delle automobili ed infine, ma non meno importante, la pigrizia alla quale i giovanissimi vengono abituati e che poi difficilmente li abbandona in età adulta.

 

E’ proprio partendo da queste conseguenze, e pensando malinconicamente anche ai vecchi tempi, che in Danimarca nasce il Piedibus all’inizio degli anni ’90. Oggi il progetto Piedibus è largamente diffuso anche in Italia ed adottato in centinaia di comuni italiani; ogni anno sono decine i nuovi servizi Piedibus che prendono vita; per rendersi conto di quanto il Piedibus abbia “piede”, è sufficiente visitare il sito nazionale www.piedibus.it o gli altri siti esteri www.iwalktoschool.org o www.walkingschoolbus.org.

 

Ma che cos’è il Piedibus? Un autobus che va a piedi, formato da una “carovana” (ovvero una lunga fila) di bambini che vanno a scuola in gruppo, accompagnati da due genitori volontari, uno di questi apre la fila e fa da “autista”, il secondo chiude la fila di bambini svolgendo il compito di “controllore”. Ad ogni viaggio il controllore annota sul “registro di bordo” le presenze, cosicchè a fine anno scolastico ai bambini con la maggior frequenza viene assegnato un premio.

 

Come tutti i mezzi di trasporto il Piedibus segue un itinerario stabilito, parte da un Capolinea, sosta con puntualità a delle fermate (dove raccoglie i passeggeri, ovvero i bambini che via via si aggregano alla fila) e rispetta degli orari ben precisi. Ovviamente il Piedibus ha una meta unica: la scuola primaria di Sona! Per Sona sono state istituite 3 linee: la linea Blu, la linea Verde e la linea Arancio. Tutti i percorsi sono stati dotati di un’adeguata segnaletica stradale (attraversamenti pedonali, zebrature e posizionamento delle fermate indicanti gli orari di passaggio del Piedibus). Il Piedibus presta servizio indipendentemente dalle condizioni meteorologiche, secondo il calendario scolastico ad eccezione di quei giorni in cui non è garantito il regolare svolgimento delle lezioni (eventuali scioperi, ecc.).  I bambini si faranno trovare alle fermate a loro più comode e indosseranno l’abbigliamento ad alta visibilità consegnato alla festa di inaugurazione.

 

A Sona il Piedibus è partito in via sperimentale il martedì e il venerdì con servizio di sola andata. Il Piedibus si regge sul volontariato e grazie al maggior numero di volontari aderenti all’iniziativa da gennaio viene garantito come servizio giornaliero.

 

Rivolgiamo un invito particolare ai pensionati e alle persone che dispongono di una mezz’ora di tempo libero al mattino: questo progetto è anche un’ottima occasione per mettere in contatto tra loro generazioni diverse che così si possono avvicinare e conoscere! Che bell’esempio di attenzione ed altruismo potrebbero dare qui ‘i nonni’!! Il Piedibus è un servizio completamente gratuito; è sufficiente compilare e consegnare i moduli di iscrizione reperibili presso l’Ufficio Scuola. L’iscrizione è obbligatoria, senza di essa non è possibile aggregarsi al Piedibus.

 

Al termine dell’anno scolastico, un’altra immancabile festa concluderà le corse del Piedibus e questa sarà particolarmente importante, perchè i bambini che avranno partecipato al Piedibus con la maggior assiduità verranno nominati Mr. ovvero Miss Piedibus e riceveranno un riconoscimento!