Anche a San Giorgio in Salici è arrivata Santa Lucia. Padre Mortaro ha ricordato l’importanza di questa ricorrenza

Sembra che la notte di Santa Lucia sia la notte più lunga che ci sia, sicuramente è così se si pensa alla trepidazione con cui i bambini attendono il suo arrivo.

Latte caldo, biscotti ed una carota vengono accuratamente preparati sulle tavole delle nostre case per ristorare la Santa, il suo fedele aiutante e l’asinello che con grande fatica traina un carretto pieno di giocattoli e dolciumi. E’ ormai consuetudine, soprattutto nel nord Italia, che il 12 dicembre Santa Lucia passi tra le strette vie dei paesi per portare qualche caramella ai bambini venuti a salutarla, entusiasti ed in attesa dei doni che ella porterà loro appena si saranno addormentati.

Nelle foto l’arrivo di Santa Lucia a San Giorgio in Salici.

Come da tradizione anche a San Giorgio in Salici, come a Lugagnano, Palazzolo e Sona, alle 17 del pomeriggio di ieri i ragazzini hanno potuto vivere un momento davvero unico, uno di quei momenti che verranno ricordati anche da adulti con molta gioia.

Santa Lucia è arrivata a piedi, scortata da Castaldo, il suo aiutante che, immancabilmente, ha suonato una campanella, segnale attraverso il quale la santa avvisa del suo arrivo.

Ogni bambino presente ha avuto in dono una candela natalizia che ha accesso e tenuto con sé per tutta la durata dell’evento, simbolo della luce della speranza che ogni nuovo nato porta in questo mondo.

Dopo un breve percorso la compagnia si è fermata nella chiesa di San Giorgio Martire dove il sacerdote, padre Giampaolo Mortaro, ha ricordato l’importanza di questa ricorrenza da un punto di vista cristiano ed ha benedetto tutti coloro che hanno partecipato al momento di raccoglimento.

Al di fuori della chiesa, nella piazza principale, un carro era stato allestito a festa ed i bambini hanno potuto avvicinarsi a Santa Lucia, i più temerari le hanno stretto la mano e tutti hanno ritirato un sacchettino di dolci.

.

Elisa Oliosi
Nasce il 28 febbraio 1985 e risiede a San Giorgio in Salici da sempre. Si è laureata in Lingua e Letteratura Moderna e Contemporanea per poter insegnare: ciò che ha sempre sognato. Ora insegna Letteratura e Storia presso l'Istituto Tecnico di Bussolengo. E' sposata con Carlo, un collega di università, e ha due bambini.