Amministrative a Sona: l’onore della maglia nera

Le elezioni sono finite. Sona ha votato e se ha votato così si possono fare tremila ipotesi ma tutte opinabili.

Per me chi vince governa, chi perde aiuta a governare, stop! Da più grande politologo del Comune però, dopo aver sfogliato tabelle e classifiche, spulciandone percentuali e sfumature, non posso non essere stucchevolmente ammirato da chi si mette in gioco con onestà straordinaria.

Sto parlando di Maino Renata, della lista del Candidato Sindaco Giannantonio Mazzi. L’unica a non aver ricevuto alcuna preferenza, l’unica di cui si ha la certezza matematica che non si è votata!

Ebbene cara Renata, pur non conoscendoti, a posteriori il mio voto lo do a te, alla tua onestà alla tua purezza intellettuale! Anni fa al Giro d’Italia si premiava l’ultimo classificato, la maglia nera, che sudava e pedalava come tutti gli altri pur non avendone le stesse soddisfazioni; a te come premio, sempre t’interessi, l’onore del Bacan.

A scanso d’equivoci… lungi da me pensare che gli altri si siano auto-votati… ma non ne ho la prova matematica!