Alice Belloni non ce l’ha fatta, grande il lutto a Lugagnano

La notizia è arrivata stamattina prestissimo, prima dell’alba, dura e tagliente come una lama. Alice Belloni non ce l’ha fatta.

Nata il 14 ottobre del 1991, di Lugagnano, molto malata, lo scorso fine luglio – quasi come un miracolo – Alice aveva finalmente beneficiato del trapianto tanto atteso, tanto sperato. Ed invece complicazioni successive al trapianto l’avevano trattenuta ancora in quell’ospedale dove era ricoverata da troppo tempo. Tante le paure, ma la speranza era ancora fortissima.

alice belloni
Alice Belloni

Ma stanotte, poco prima della mezzanotte, ci ha invece lasciati. Giovanissima, con un’intera vita davanti, ci ha lasciati.

Un intero paese, un’intera comunità seguiva con il fiato sospeso, con affetto, con piena partecipazione e con la preghiera la sua vicenda, le sue sofferenze, la forza della sua famiglia. E ora, stamattina, il dolore sembra aver rotto ogni argine. 

Qualcuno, come Cristian, ci scrive: “Non ci sono parole, solo tanta rabbia”. Oppure Giovanni: “Ma perché? Hai lottato fino all’ultimo ma questa volta non è bastato! C’è gente che si abbatte alla prima difficoltà e poi c’è gente come te che ha fatto di tutto per rimanere in piedi e insieme a noi. Dico solo una cosa: Grazie per tutto quello che hai saputo e potuto donarci. Ti voglio bene. Un abbraccio, che arrivi fin lassù”.

Un ricordo l’abbiamo chiesto a Don Roberto Tortella, parroco di Lugagnano per dieci anni – ora a Caselle – che è sempre stato vicino ad Alice e alla sua famiglia. Ecco cosa ci ha detto: “Alice, ora ti attende una corona di gloria. Sì cara Alice, ti attende ora una vita da vivere in pienezza con il Signore, di gioia e di comunione con Lui. Ho conosciuto in te una ragazza piena di vitalità, una ragazza tenace che ha lottato tanto, che sapeva trovare in ogni piccolo spiraglio di luce la forza per guardare con fiducia al futuro; ho conosciuto in te la presenza di Dio, le tue domande e scoraggiamenti ma anche  i continui atti di fiducia in Lui… ho conosciuto cara Alice i tratti del tuo sorriso, la passione per i tuoi cari, per i tuoi amici, per il tuo Matteo… si è manifestato intorno a te e per te un mondo d’amore. Cara Alice, dal cielo guarda quanto bene ci hai fatto. Parla a Dio dei tuoi cari e sostienili tanto”.

Forti condoglianze alla sua famiglia, e a tutti coloro che le vogliono bene. E che continueranno a volergliene. 

.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews