Al via il progetto “Sona Guida Sicura” per i giovani neopatentati nati nel 1997

Spesso ci si lamenta di quanto siano salate le sanzioni di infrazione al codice della strada. Ma, come si usa dire, talvolta non tutto il male viene per nuocere.

Proprio utilizzando parte di quelle sanzioni, infatti, l’Amministrazione comunale di Sona ha elaborato un’importante iniziativa rivolta ai neopatentati del 1997 al fine di formarli ad uno stile di guida sicura, anche tramite sessioni pratiche con piloti istruttori professionisti.

Si tratta di un esempio di utilizzo delle sanzioni che permetterà un maggior rispetto del codice della strada e una riduzione dei rischi per chi guida. Il corso, patrocinato dagli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Giovanili, è coordinato dall’Associazione Cavalier Romani, con la partecipazione dell’Associazione Verona Strada Sicura ed Istruttori della Scuola di Polizia di Peschiera del Garda.

Il Comune ha quindi spedito ai circa 200 giovani del 1997 residenti nel Comune di Sona una lettera per invitarli a questa iniziativa.

Questo il testo della lettera. “Partiamo dalla fine. Sei interessato/a a sperimentare un corso di formazione pratico in auto per capire come superare i pericoli della strada? Un momento in cui un istruttore pilota professionista possa darti suggerimenti ed insegnarti come fare per far fronte a situazioni che potrebbero mettere in pericolo la tua vita o quella degli altri? Tutti noi siamo consapevoli dei rischi che ogni giorno sperimentiamo in strada. La prudenza ci aiuta di certo ad una guida sicura. Ci sono però anche altri elementi tra i quali appunto la preparazione ad affrontare i pericoli della strada. Proprio per questo vogliamo proporti un progetto, assieme ad alcune associazioni del territorio. Si tratta del Progetto ‘Sona Guida Sicura’ realizzato in collaborazione con le Associazioni Cavalier Romani, SOS-Sona, Verona Strada Sicura e Pro Loco Sona e finalizzato a formare i giovani neopatentati alla prevenzione degli incidenti stradali attraverso l’esercizio di una guida consapevole e sicura. Come funziona? L’Assessorato alla cultura e l’Assessorato alle politiche giovanili coprono gran parte delle spese previste, per partecipare al corso. Il calendario degli incontri è il seguente: venerdì 16 dicembre alle ore 20.30 ‘Teoria e pratica dell’autosoccorso’; venerdì 13 gennaio 2017 alle ore 20.30 ‘Educazione alla sicurezza stradale con Polizia stradale, Suem 118,Vigili del fuoco, Testimonianze’; un sabato mattina del mese di febbraio (massimo 15 per sabato) ore 8.30-13.30 ‘Corso per operatore BSLD (utilizzo del defibrillatore)’, un sabato del mese di marzo (massimo 15 per sabato) ‘Giornata di teoria e pratica di guida sicura presso il centro Drive OK di Trento’ (previsto servizio di trasporto in pullman).

“Per la partecipazione alla prova pratica – prosegue la lettera – è richiesta la frequenza ai primi tre incontri. Il valore economico di un corso di questo livello è di 250 euro: a te chiediamo un contributo di soli 50 euro come impegno e volontà di partecipazione. I posti disponibili sono 53 (su circa 200 invitati del 1997). Le adesioni si accettano fino ad esaurimento dei posti. È un’occasione da non perdere e che potrà servirti per tutta la vita!”.

Se l’iniziativa avrà successo – spiegano gli Assessori Bianco e Caltagirone, promotori del progetto – sarà replicata anche nei prossimi anni coinvolgendo altri giovani.

Gli incontri teorici si tengono presso la sala civica III piano edificio ex-canonica in piazza della Vittoria a Sona.

Mario Salvetti
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.