Al Bosco di Sona il semaforo che sanziona chi passa con il rosso, attivo da martedì

Ascolta questo articolo

Continua la campagna del Comune di Sona per aumentare la sicurezza sulle strade locali, con particolare attenzione alla SR 11, grande arteria che vede il transito medio di circa dodicimila veicoli al giorno e troppo spesso teatro di drammatici incidenti.

L’incrocio del Bosco di Sona sarà oggetto di attento monitoraggio e interventi per ridurre drasticamente le molte infrazioni e i conseguenti sinistri che periodicamente si verificano, spesso a causa di veicoli che transitano senza rispettare il semaforo rosso. È una questione oltre che di rispetto del codice – spiega al Baco il Vicesindaco Simone Caltagirone – anche di educazione alla sicurezza che troppo spesso viene messa in disparte per la fretta o le disattenzioni al volante.

Lunedì 28 novembre – prosegue Caltagirone -, sarà infatti collaudato l’impianto di controllo del passaggio con il rosso, commissionato alla Traffic Tecnology di Marostica e composto da due rilevatori, denominati Vista Red, installati entrambi sulla SR.11; uno sulla corsia da Verona a Brescia e l’altro sulla corsia opposta.

Il sistema è composto da una telecamera che viene attivata da sensori posizionati nel manto stradale che rilevano i veicoli che oltrepassano la linea di arresto con semaforo rosso acceso.

Il filmato del veicolo che ha effettuato l’infrazione viene trasmesso al server installato presso la sede della Polizia Locale, in municipio; in fase di convalida delle violazioni, dal filmato vengono estrapolate tre immagini del veicolo in infrazione, una prima di oltrepassare la segnaletica di arresto con visione anche della luce semaforica rossa, una al centro dell’intersezione ed una sulla targa per la corretta identificazione.

L’attivazione vera e propria del sistema Vista Red è prevista per martedì prossimo 29 novembre.