Aiuto ai minori con un solo genitore: la Provincia non firma ma il Comune anticipa quattro mensilità

Ascolta questo articolo

Comune di Sona e Provincia di Verona hanno sottoscritto lo scorso marzo uno schema di convenzione per la delega al Comune delle funzioni relative agli interventi sociali a favore dei minori riconosciuti da un solo genitore.

In quella convenzione sono previsti sostegni finanziari per i minori che vivano quella situazione che vanno dai 160 euro mensili per famiglie con ISEE fino a seimila euro, 128 euro mensili per famiglie con ISEE tra i seimila ed i diecimila euro e 80 euro mensili per famiglie con ISEE dai diecimila ai quattordicimila euro.

La convenzione prevede, inoltre, che quei contributi siano anticipati dal Comune ai beneficiari e, successivamente, rimborsati a consuntivo dalla Provincia al Comune.

Il problema, che già era stato segnalato qualche tempo fa dalle pagine del Baco dal Consigliere Moletta e che ora viene messo nero su bianco dalla Giunta di Sona nella delibera 144 del 4 agosto, è che la Provincia ad oggi non ha ancora provveduto a sottoscrivere quella convenzione, che dovrebbe seguire all’approvazione, entro il mese di settembre, del bilancio di previsione della stessa.

Quindi quei contributi oggi non potrebbero essere erogati.

Ma nel frattempo che la burocrazia fa il suo corso, le difficoltà per quelle famiglie ovviamente rimango, ed infatti i servizi sociali di base del Comune hanno già provveduto all’elaborazione di progetti di intervento a favore di cinque minori riconosciuti da un solo genitore residenti nel nostro Comune.

Ecco quindi la decisione di qualche giorno da dell’Amministrazione Comunale di Sona, che ha deliberato di anticipare comunque quattro mensilità a quei minori che sono stati individuati dai servizi sociali, proprio nella considerazione delle difficoltà e dell’urgenza segnalate dei genitori inseriti nei progetti, per un importo complessivo di 3200 euro.

Sperando che prima o poi arrivi la tanto attesa firma della Provincia.

.