Aggredito al lago Pachera, presidente di Lugagnano della Cignaroli

Ascolta questo articolo

Se l’è cavata con piccole ammaccature e qualche ferita al viso, al torace ed alle gambe Stefano Pachera di Lugagnano, Direttore del campeggio comunale S. Nicolò, a Bardolino, che è anche presidente dell’Accademia d’Arte Cignaroli, aggredito e picchiato da alcuni giovani a cui aveva chiesto di allontanarsi per non disturbare il riposo dei campeggiatori.

 

Pachera, 50 anni, attivo in politica nelle file dell’UDC ha già sporto denuncia ai Carabinieri di Peschiera “era passata la mezzanotte ed ero andato a chiedere a quei giovani, tre maschi e due ragazze di non stare fuori dal campeggio con l’autoradio ad altissimo volume, subito mi hanno risposto che se ne sarebbero andati, ma cosi non è stato”


Dopo qualche minuto il Pachera , assieme al figlio di 17 anni è tornato all’automobile, ribadendo la richiesta, magari un po’ più deciso. “O spegnete voi o spengo io, ho detto solo così”. “A quel punto – ha riferito Pachera – uno dei tre ragazzi di età compresa fra i 20 ed i 25 anni mi ha dato un pugno in faccia, per fortuna prendendomi di striscio, e poi mi ha spinto in terra. Poi anche gli altri hanno incominciato a picchiarmi. Se la sono presa anche con mio figlio (ha 17 anni n.d.r.), per fortuna non mi hanno preso in testa.

 

“I giovani sono scappati via, anche se sono riuscito a tirare giù il numero di targa e sono andato a sporgere denuncia”.