A Sona si dimette il consigliere di minoranza Ferrari: “Impegno politico su altre strade”

Il consigliere di minoranza Nicolò Ferrari (nella foto di Mario Pachera), eletto con la lista Sona Domani, ha dato le dimissioni durante l’ultima seduta del consiglio comunale, tenutasi a Sona lo scorso 27 dicembre.

Così ha affermato Ferrari nel suo intervento: “Ho avuto il privilegio di rappresentare tanti concittadini all’interno di questa meravigliosa sala, il nostro consiglio comunale. Un luogo eccezionale, la nostra agorà, motore della vita amministrativa del Comune, un simbolo che dovrebbe avvicinare e sensibilizzare sempre più tanti concittadini a partecipare attivamente alla vita politica del territorio“.

Il percorso politico di Ferrari è iniziato con le amministrative del 2018, quando era sceso in campo con la lista Progetto Comune, che sosteneva l’allora candidato sindaco Flavio Bonometti; quell’anno, le elezioni erano state vinte da Gianluigi Mazzi, e Ferrari era entrato in consiglio come consigliere di minoranza. È stato poi fra i fondatori di Sona Domani, costola del movimento Verona Domani, di cui è diventato responsabile delle sezioni comunali.

Diventare consigliere comunale – ha detto, sempre durante il consiglio in cui ha annunciato le sue dimissioni per me è stato un grande privilegio oltre che una profonda e costante responsabilità, ne sono davvero onorato. Ho cercato, nel mio piccolo, di portare novità e freschezza, avvicinando i giovani, facendoli sentire parte di un progetto totalizzante, dove il metodo e la condivisione d’intenti sono stati e sono tutt’ora il nostro punto di forza. Un gruppo di persone straordinarie che si sono fidate di un’idea innovativa e grazie alle quali ho dato vita a Sona Domani. Non smetterò mai di ringraziarli“.

Ferrari, che nella scorsa tornata elettorale si è candidato a supporto del candidato sindaco Corrado Busatta, aveva raccolto 305 preferenze dalla comunità sonese. A questo proposito ha affermato: “Ringrazio di cuore tutti i cittadini di Sona e un grazie speciale lo rivolgo a chi negli anni ha riposto la fiducia in me. Il vostro sostegno rimarrà un faro per il futuro di Sona Domani e non si disperderà. Il successo che come gruppo abbiamo ottenuto alle elezioni passate è frutto del lavoro di una squadra unita e del supporto di tanti che hanno creduto in un cambiamento positivo. Oggi, con il cuore pieno di gratitudine, annuncio la mia decisione di lasciare il consiglio comunale di Sona e di rassegnare quindi le mie dimissioni. Questa scelta non è stata facile, ma è dettata dalla consapevolezza che il mio impegno politico deve ora spostarsi su nuovi orizzonti“.

In merito a chi prenderà il suo posto negli scranni della minoranza il consigliere dimissionario ha detto: “Nella vita occorre dedicarsi a pochi obiettivi ma farlo con grande impegno, per questo oggi lascio questo ruolo con la certezza che chi subentrerà avrà il tempo, l’energia e la possibilità di seguire in modo esclusivo il nostro territorio e le istanze della nostra splendida comunità“.

L’intervento in consiglio comunale si è concluso gli auguri a chi resta: “Al sindaco, alla giunta e ai colleghi consiglieri di maggioranza, anche se la campagna elettorale l’ho vissuta da avversario, voglio confessare che ho sempre nutrito massimo rispetto per il vostro impegno e attaccamento. La politica, intesa come tale, deve essere un’arte di dialogo e sintesi, e mai di divisione. Un pilastro sul quale si fonda il mio modo di intendere questo impegno. Auguro a questa amministrazione un operato proficuo per il bene della nostra comunità e alla minoranza auguro consapevolezza e attenzione. Essere minoranza non significa contrastare a priori quanto proposto dalla maggioranza, ma vigilare con attenzione per la realizzazione dei migliori progetti. Inoltre per la crescita dei territori in cui viviamo il nostro movimento sarà sempre un pungolo vivace ma mai una alternativa arrogante ed autoreferenziale“.

Raggiunto telefonicamente dal Baco, Ferrari ha esplicitato che, considerando le preferenze ottenute, a prendere il suo posto in consiglio comunale dovrebbe essere Katia Rigo, che era stata consigliere di maggioranza durante l’amministrazione Mazzi ed è ora esponente di Sona Domani: “Tuttavia specifica –  nulla ancora è stato deciso ed è giusto che lei si prenda il tempo necessario per un’attenta valutazione“.

L’impegno politico di Ferrari, quindi, proseguirà diversamente, come ha dichiarato al Baco: “La mia famiglia, le mie amicizie, le persone importanti che mi hanno sostenuto sono ciò che mi ha permesso di fare politica e continuerò a portare e trasmettere questo impegno nel percorso che d’ora in avanti proseguirà per altre strade. Il mio cuore è e continuerà ad essere il Comune di Sona, e la motivazione delle dimissioni è dovuta ad un percorso personale, lavorativo ma politico soprattutto che prosegue e che riguarda una dimensione più ampia, coinvolgente anche la parte più giovane della popolazione, motore pulsante e futuro imminente: ci vuole più coinvolgimento e meno disaffezione nei riguardi di tutto ciò che è pubblico“.

Erica Ederle
Da quasi 15 anni Lugagnano è per me e la mia famiglia divenuta casa. Sono nata il 6 aprile 1981, mamma pasticciona, mi definisco un’accanita fan della vita. Mi piace modificare la mia prospettiva sul mondo e sulle cose e considero i cambiamenti fonte di potenti opportunità (ovvero adoro mettermi continuamente in discussione).