A Sona nasce il Comitato per Matteo Renzi

A testimonianza di quanto sia viva in questa fase storica l’azione politica del Sindaco di Firenze in Italia, la settimana scorsa anche a Sona è nato un Comitato a sostegno della candidatura di Matteo Renzi alla segreteria nazionale del Partito Democratico. Il Comitato prende il nome di “Sona con Matteo Renzi”.

 

“Lo scopo – dichiara al Baco Pepe Gasparini, coordinatore del Comitato di Sona – è quello di condividere e far conoscere il programma congressuale che Matteo ha preparato grazie all’intenso lavoro a cui ha contribuito una rete di persone distribuita su tutto il territorio nazionale”.

 

“Con il comitato – prosegue Gasparini – stiamo organizzando incontri e iniziative nel comune di Sona per poter condividere con la cittadinanza un’idea nuova di politica, dare informazioni e ascoltare. Auspichiamo che le primarie del prossimo 8 dicembre portino alla partecipazione di tanta gente, come avvenuto l’anno scorso. Le date delle nostre iniziative saranno rese note attraverso Facebook, passaparola e volantinaggio. Siamo, comunque, sempre disponibili a rispondere alle domande, basta scriverci a sonaconrenzi@gmail.com o contattarci alla pagina Facebook Sona con Matteo Renzi”.

 

“Sensibilizzare i cittadini di Sona al progetto di Matteo è un lavoro iniziato già da diversi mesi. Il motivo che ci porta ad insistere in questa direzione è legato ai contenuti e al metodo di lavoro. Aspetti come competenza e meritocrazia non sono solo semplici slogan di propaganda, sono valori fondanti del percorso che intendiamo condividere con tutte le persone che lo vorranno. Molti eventi di caratura nazionale sono stati organizzati in questi mesi, da OpenPD di Torino fino a ConcretaMente di Verona. Tutti con comuni denominatori, apertura e argomenti concreti. Una politica che riprenda il suo ruolo con e vicino alle persone. Siamo un po’ stanchi di vecchi sistemi tutti rivolti “alle prossime elezioni senza tener conto delle prossime generazioni”, dei loro sogni e dei loro diritti. Certo non vogliamo passare neppure per sprovveduti, siamo ben consci del fatto che il cambiamento richiederà tempo e sacrifici. L’importante è partire con lo spirito giusto e i contenuti, soprattutto tanta voglia di fare, lasciando le lamentele a chi si accontenta. Sona ha delle potenzialità bellissime – spiega il Coordinatore del Comitato di Sona – sia in termini di risorse umane che di territorio, ci piace guardare al futuro sperando di coinvolgere molti con l’entusiasmo e la praticità che ci caratterizzano”.

 

“In seguito alle primarie del centrosinistra del 2012, abbiamo potuto constatare che nel comune di Sona molte persone hanno dimostrato interesse nelle proposte che Matteo Renzi intendeva realizzare per favorire un cambiamento significativo nella politica Italiana. Quell’esperienza ha convinto le persone ad attivarsi per contribuire direttamente al cambiamento e questo nonostante il periodo complicato di sfiducia che la politica sta vivendo. L’aspetto interessante del progetto di Renzi – indica Gasparini – è che la politica è pensata come rete che mette sullo stesso piano territori e coordinamento centrale. Responsabilizza tutti. L’idea di uno al comando è solo un’invenzione mediatica. La prima innovazione è proprio questa e la risposta è che le persone si sono mosse spontaneamente, in tutta Italia, per sostenere un progetto condiviso. Certo la guida di una persona con carisma, caratteristiche di leadership e ampia capacità di dialogo diventa importante nel momento in cui si vuole iniziare a cambiare le cose partendo dall’interno di un partito, quello Democratico. Può diventare un prezioso interprete delle proposte e delle esigenze dei territori. Matteo ha sempre costruito i suoi progetti credendo nel partito e cercando di migliorarlo, senza pensare di costruirsi percorsi separati e individuali. La sfida è quella di rendere il PD un ambiente attraente che possa catalizzare un consenso ampio. Senza pregiudizi”.

 

“Per queste ragioni – conclude Pepe Gasparini – abbiamo deciso di costituire il comitato Sona con Matteo Renzi, la pagina Facebook ne è un’espressione. Il comitato è aperto a tutte le persone che desiderano dare una mano per il cambiamento. Non è necessario essere iscritti a nessun partito, anzi, può essere una buona occasione per condividere punti di vista sulle tematiche territoriali e nazionali scoprendo che la buona politica è fatta proprio dalle persone che vivono i territori giorno per giorno. Il comitato, come tutti gli altri che stanno nascendo in Italia, è spontaneo e completamente autofinanziato. Ci auguriamo di cuore che si possa aprire una nuova stagione politica fatta di persone e di positività, lo auguriamo a tutti e in particolare al nostro territorio, al comune di Sona”.