A Bussolengo maxischermo in Piazza del Grano per gli europei di calcio

Per il calcio di inizio dei campionati europei di calcio 2024 a Bussolengo è stato installato un maxischermo in Piazza del Grano, per assistere alle partite e tifare insieme la nazionale.

Saranno trasmesse in diretta tutte le partite dell’Italia e poi le partite serali dagli ottavi alla finale. E siccome calcio e cibo sono un binomio vincente, in piazza è stata allestita anche un’area con stand gastronomici. Si tratta di un’iniziativa del Comune di Bussolengo in collaborazione con la Pro Loco e l’Avis di Bussolengo. Si parte sabato 15 giugno con la partita d’esordio dell’Italia contro l’Albania alle 21.00. 

“Siamo entusiastispiega il sindaco Roberto Brizzidi offrire ai cittadini di Bussolengo l’opportunità di riunirsi e condividere l’emozione degli europei di calcio. L’installazione del maxischermo in piazza rappresenta un’importante iniziativa che rafforza il senso di appartenenza e celebra lo sport nella sua dimensione più bella, come momento di unione e festa. Invito tutti a partecipare e a godere insieme di questi momenti di passione sportiva”.

“Le piazze sono da sempre luogo di ritrovo per il tifo calcisticoricorda il vicesindaco Massimo Girellie gli europei sono uno degli eventi che registrano maggiore entusiasmo e partecipazione. Credo che avere un maxischermo in Piazza del Grano per vivere in diretta e in compagnia l’avventura calcistica della nazionale possa essere un’occasione piacevole per tutti. Ringraziamo la macchina organizzativa e le associazioni coinvolte che anche questa volta hanno fatto un ottimo lavoro”.

“La Pro Loco di Bussolengoaggiunge il presidente Massimo Poiesiha un ottimo rapporto di collaborare con il Comune che si concretizza in iniziative come questa che ha l’obiettivo di portare le persone in piazza sfruttando l’occasione delle partite. Crediamo inoltre che la visione collettiva degli europei su maxischermo sia anche un modo per vivere insieme le emozioni del torneo, rafforzando il legame tra i membri della nostra comunità. Vi aspettiamo in piazza per tifare insieme”.

Federica Valbusa
Nata nel 1988, coltiva la passione per la scrittura da quando era bambina. Da ottobre 2020 è Vicedirettore del Baco, per cui scrive da quando aveva 17 anni. Laureata in Scienze filosofiche all’Università San Raffaele di Milano, ha poi conseguito il dottorato di ricerca in Scienze dell’educazione e della formazione continua all’Università di Verona, dove ora insegna. È giornalista pubblicista, iscritta all’Ordine dei giornalisti del Veneto, e ha collaborato per dieci anni con il quotidiano L’Arena, come corrispondente per il territorio sonese.