4 novembre a Sona: una nuova targa sul Municipio per ricordare il Plebiscito

In occasione delle tante cerimonie di commemorazione del 4 novembre a Lugagnano, Palazzolo, San Giorgio in Salici e Sona (LEGGI IL SERVIZIO), a Sona come a Palazzolo è previsto un importante evento ulteriore.

Dopo la S. Messa delle ore 10,30 e la deposizione della corona di alloro al monumento ai caduti,  si svolgerà infatti una seconda cerimonia davanti al Municipio per inaugurare una nuova targa che affiancherà quella ora presente.

La targa vuole ricordare la data del 21 ottobre 1866, giorno del plebiscito tenuto in tutto il Veneto e anche a Sona per dichiarare  l’unione all’Unità d’Italia, unione conquistata con la terza guerra d’Indipendenza. Questa la scritta  riportata sulla lapide: “21 OTTOBRE 1866-2016. NEL 150° ANNIVERSARIO DEL PLEBISCITO UNANIME I CITTADINI DI SONA RICORDANO E RINSALDANO L’ADESIONE DEI LORO PROGENITORI CON TUTTO IL VENETO ALL’UNITA’ D’ITALIA”.

Ricordiamo che a Palazzo Barbieri sede del Comune di Verona esiste una targa analoga che recita: “Duri perenne la ricordanza dei giorni 21 e 22 ottobre 1866 nei quali Verona e la sua provincia in liberi comizi raccolte affermarono la loro unione al Regno d’Italia sotto il governo costituzionale di Vittorio Emanuele II e de’ suoi successori, votarono 88864 SI e 5 NO”.

La nuova targa va ad affiancare la targa esistente, posta nel 2011 dall’allora Amministrazione comunale per commemorare la proclamazione dell’Unità d’Italia del 1861. Il Veneto e il Friuli erano però rimasti sotto l’Impero Austro-Ungarico e l’unione all’Italia avvenne appunto nel 1866.

La targa era stata proposta dall’Associazione La Torre di Palazzolo al Gruppo di ricerca storica della biblioteca e all’Amministrazione comunale, insieme ad un’altra targa che verrà inaugurata a Palazzolo domenica 6 novembre.

Queste iniziative fanno parte delle attività programmate dal comune per il 150° anniversario del Veneto italiano.

Ricordiamo che il 24 giugno era stato inaugurato a Rosolotti il restauro del cippo che ricorda quattro caduti nella terza guerra d’Indipendenza  del 1866 (LEGGI IL SERVIZIO) e che a Palazzolo l’Associazione La Torre aveva allestito una mostra sul Risorgimento (LEGGI IL SERVIZIO).