Ascolta questo articolo

Venerdì 1 maggio 2009 presso il Campo Comunale “Bruno Guglielmi” di Lugagnano si terrà la quarta edizione del “Memorial Pasquali e Scandola. Ricordando Tobia, Levi, Martina, Nicole e Valeria”. Si tratta di un quadrangolare per la categoria Giovanissimi a cui partecipa l’ Hellas Verona, l’AC Lugagnano, l’F.C. Sudtirol e l’ A.C. Mantova.

 

Questo il programma:
Alle ore 9.15 Hellas Verona – A.C. Lugagnano
Alle ore 11.00 F.C. Sudtirol – A.C. Mantova
Dalle ore 13 alle ore 15.15 torneo esibizione della scuola calcio dell’AC Lugagnano.
Alle ore 15.45 Finale 3°-4° posto
Alle ore 17.00 finale 1°-2° posto
Alle ore 18.00 premiazioni.

 

Dal volantino che pubblicizza l’evento possiamo leggere questa presentazione: per il quarto anno si sta organizzando la manifestazione del 1° maggio. Una data speciale da dedicare alle nostre “cinque stelle”, Levi e Tobia, Martina Nicole e Valeria. Cinque stelle lassù. Eccoci di qua a ricordare cinque ragazzi che ci mancano un sacco, eppure sono sempre presenti. Per chi li ha conosciuti, per chi ne è stato amico, per chi li ha visti crescere, per chi ne ha solo sentito parlare.

 

Loro ci sono, ci saranno sempre, anche nel ricordo commosso del Lugagnano, la società di Levi e Tobia che ripropone adesso il torneo “a cinque stelle”. L’appuntamento di ogni anno, quando il calcio ed i gol sono solo un pretesto, un motivo, una scusa per rivederli qua, per riabbracciare le famiglie, per risentirli con noi. Mai come oggi, mai come per loro, il calcio e lo sport uniscono una comunità. Abbatte le divisioni, toglie senso alle parole, fa apprezzare il silenzio. Lo stesso dal quale Levi, Tobia e gli altri guarderanno all’ingiù, regalandoci ancora un soffio d’allegria, il loro sorriso senza tempo. La loro amicizia. Cinque stelle che non si spegneranno mai nel cielo di Lugagnano.

 

Articolo precedenteSagra del Basson: ci siamo!
Articolo successivoCicloturismo a S. Giorgio in Salici
Mario Salvetti
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.