“24 ottobre 1918: dal preludio alla vittoria”: giovedì una serata storica in Baita Alpini a Lugagnano

Ascolta questo articolo

Il 24 ottobre 1918 segna l’inizio di quella che viene chiamata la battaglia di Vittorio Veneto, o terza battaglia del Piave. Si tratta dell’ultimo scontro armato tra Italia e Impero austro-ungarico nel corso della prima guerra mondiale. Uno scontro drammatico e sanguinoso che si chiude il 4 novembre e che segue di pochi mesi la fallita offensiva austriaca del giugno precedente, e soprattutto ribalta la situazione dopo la disfatta di Caporetto dell’ottobre dell’anno precedente.

L’esercito austro-ungarico riuscì ad opporre qualche resistenza solo nella prima fase della battaglia di Vittorio Veneto, ma velocemente seguì un improvviso e irreversibile crollo, con la progressiva disgregazione dei reparti e defezioni tra le minoranze nazionali, che favorirono la rapida avanzata finale dell’esercito italiano fino a Trento e Trieste. Il 3 novembre 1918, con entrata in vigore dal giorno successivo, fu concluso l’armistizio di Villa Giusti che sancì la fine dell’Impero austro-ungarico e la vittoria dell’Italia nel primo conflitto mondiale.

“Di questo impressionante affresco storico – spiega il Capogruppo degli Alpini di Lugagnano Fausto Mazzi – tratteremo in una conferenza che prende appunto il titolo di ‘24 ottobre 1918: dal preludio alla vittoria’, tenuta dal Presidente della Federazione degli Artiglieri di Verona Giuseppe Fratton. Un nuovo appuntamento organizzato dal nostro Gruppo per celebrare la memoria nel centenario del primo conflitto mondiale”.

La serata, che gode del patrocinio del Comune di Sona e che vede Il Baco da Seta quale media partner, si tiene giovedì 18 ottobre alle ore 20.30 presso la Baita degli Alpini di Lugagnano, in via Caduti del Lavoro 4.

Al termine le Penne Nere di Lugagnano offriranno a tutti i presenti un gustoso piatto caldo.