2015: una straordinaria annata vinicola. Anche per la Cantina Poggio delle Grazie dei fratelli Brutti di Lugagnano

L’annata vitivinicola del 2015 ha segnato una significativa inversione di tendenza rispetto al trend dell’ultimo quinquennio, nel quale difficilmente si sono prodotti oltre 44 milioni ettolitri di vino a causa delle sfavorevoli condizioni meteorologiche. A prescindere, comunque, dal dato quantitativo, vi sono numerose prospettive positive a livello qualitativo.

A fronte di offerta più ricca, oltre 48.9 milioni di ettolitri, l’annata del vino italiano ha superato quella francese: nei nostri vigneti è stato raccolto il 13% di uva in più mentre i coltivatori francesi hanno perso l’1% rispetto all’anno scorso.

Abbiamo raggiunto la cantina Poggio delle Grazie (clicca qui per leggere l’intervista ai fratelli Brutti) mentre è in atto la fase finale della realizzazione del prodotto finito.

ChiarettoSi tratta di un imbottigliamento straordinario, dato che la domanda del nostro vino Chiaretto sul mercato è aumentata. – Affermano con soddisfazione i fratelli Massimo e Stefano Brutti di Lugagnano. – Il mercato del vino si conferma, pertanto, un mercato dinamico e competitivo su cui è opportuno investire per migliorare la nostra presenza all’estero e rafforzare la domanda interna.

Il consiglio è quello di visitare la loro cantina situata a Castelnuovo del Garda (clicca qui per ottenere le indicazioni) per degustare i loro eccezionali vini, magari partendo dal loro bellissimo sito internet e dalla pagina Facebook.