“Porre il bambino al centro”. Serata importante quella organizzata dall’AC Lugagnano

Bella serata quella tenutasi ieri lunedì 20 gennaio nella sede dell’AC Lugagnano.

Nel corso di un incontro dal titolo “L’etica nello sport dei bambini” si è ribadita la necessità di porre il bambino (nella sua dimensione personale e sportiva) al centro delle attività cui partecipa.

Questo è uno dei fondamenti su cui ai basa ormai da diversi anni la Scuola di Calcio dell’Associazione Calcistica Lugagnanese.

Coordinata con passione ed entusiasmo dal dottor Luciano Faccioli, responsabile appunto per i più piccoli fra gli atleti gialloblu, la riunione ha avuto come ospiti d’onore, particolarmente apprezzati dai numerosi presenti, la dottoressa Veronica Brutti collaboratrice AIC e istruttrice della Scuola calcio maschile e femminile dell’Hellas Verona, e il dottor Stefano Ghisleni, responsabile tecnico del Dipartimento Junior AIC e responsabile del progetto “Next Generation” dell’U.C. Sampdoria.

Con loro ci si è soffermati sul ruolo degli istruttori come modelli educativi per i bambini e anche per i genitori.

Nota di ulteriore soddisfazione la partecipazione di molte società di vario ambito sportivo, sia del nostro Comune che dei dintorni.

Related posts