Il Real Lugagnano perde la finale ma il ripescaggio per la Prima Categoria è quasi certo

Finisce purtroppo male la finale playoff di Seconda Categoria per il Real Lugagnano.

Dopo un cammino trionfale che ha visto la società calcistica di Lugagnano sconfiggere il Malcesine domenica 13 maggio in occasione del primo turno dei playoff, superare domenica 20 maggio il Pastrengo nel secondo turno e battere il Borgoprimomaggio domenica 27 maggio nel terzo turno, arriva in finale la sconfitta contro il Real San Zeno, formazione vicentina.

La combattutissima partita, arrivata al 120esimo, vede passare in vantaggio la squadra vicentina già all’ottavo del primo tempo. Al ventesimo arriva però il pareggio del Real con Giardini. Secondo tempo senza reti ma con molte emozioni, e via ai supplementari. Dopo un incredibile incrocio dei pali preso da Rognini del Real Lugagnano, arriva immediatamente in nuovo vantaggio del Real San Zeno e poco dopo la rete del 3 a 1 chiude l’incontro.

Una sconfitta che dispiace ma che non segna assolutamente la straordinaria stagione della squadra di mister Di Nicola, e che soprattutto non cancella i sogni di promozione del Real Lugagnano, come spiega al Baco il Vicepresidente Cristian Lorenzi.

“E’ mancata la ciliegina sulla torta della certezza matematica della promozione – indica Lorenzi – Abbiamo perso 3 a 1 nei tempi supplementari, ma comunque resta la grandissima annata del Real Lugagnano. Ora stiamo a vedere ma le vittorie ottenute nei playoff ci collocano al secondo posto nella graduatoria dei ripescaggi. L’anno scorso oltre alle sei squadre ripescate matematicamente ne sono state aggiunte altre sette. In pratica posso affermare che alla nostra promozione in Prima Categoria manca solo l’ufficialità”.

Ufficialità che quando sarà raggiunta farà scatenare la festa per una stagione sportiva realmente indimenticabile.

Related posts