Verona sede di un centro all’avanguardia per l’autismo: soddisfazione per Ants di Lugagnano

Via libera ufficiale all’istituzione a Verona di uno dei due Centri Regionali per l’Autismo: la conferenza stampa di presentazione si è tenuta presso la Sala del Consiglio dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona.

Nell’occasione è stato dato l’annuncio dell’approvazione da parte della Giunta Veneta per l’istituzione di due centri ad altissima specializzazione per la presa in carico di bambini, adolescenti e adulti con disturbi dello spettro autistico: i due punti di riferimento saranno situati presso l’AOUI di Verona e l’Ulss di Treviso.

“Un salto di qualità alla sanità regionale” l’ha definito l’Assessore regionale Luca Coletto: “L’autismo finora è stato trascurato ma finalmente stiamo facendo passi avanti importanti: c’è un’attenzione sempre maggiore, anche a livello di diagnosi precoci, sia dal punto di vista medico che riabilitativo”.

E’ intervenuto anche Francesco Cobello, Direttore AOUI Verona: “Speriamo di aiutare nel miglior modo possibile, grazie ad un servizio coordinato di carattere sanitario ma anche psicologico. Il riconoscimento Regione è fondamentale”. Mentre il dottor Leonardo Zoccante, neuropsichiatra AOUI ha rimarcato l’importanza “di una valutazione globale del bambino, per poi attuare tutti gli interventi rieducativi e abilitativi adattati alla specifica tipologia di autismo. Quello di oggi è un traguardo importantissimo per noi veneti”.

Il Centro di Verona si occuperà fondamentalmente di diagnosi precoce, accertamenti e approfondimenti internistici, costituendo un’equipe di neuropsichiatri, psicologi e figure specialistiche che avrò anche il compito di formare gli operatori sanitari delle varie equipe territoriali sulle linee da adottare per le diagnosi in base ai più recenti studi. Definirà inoltre gli interventi abilitativi partendo da una valutazione multidisciplinare effettuata per ogni singolo caso con gli strumenti più idonei. Il tutto, sempre coordinandosi con la Regione e con l’Istituto Superiore di Sanità.

Non poteva esserci notizia migliore proprio in occasione dell’avvio del progetto “Autismi in rete”, promosso da Ants in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Integrata di Verona, lo Sportello Autismo di Verona, Gruppo Asperger Veneto e Angsa Verona e sostenuto in maniera determinante da Fondazione Cariverona.

Un grande successo, un traguardo prestigioso ma soprattutto un importante punto di partenza, risultato-come ci racconta Federica Costa di Ants di Lugagnano “di lungo lavoro da parte delle associazioni del Veneto riunito nel Coordinamento della Regione Veneto per l’Autismo (CAV) di cui fanno parte anche le associazioni di genitori riunite in AUTISMI VERONA: ANTS, ANGSA VERONA, GAV, COFHAGRA che lavorano da tempo per fare rete nel nostro territorio.”

About Vera Tomelleri

Laureata al DAMS, mamma di 4 pesti, addetta stampa, Vera Tomelleri è appassionata di Manga e mountain bike, sogna l’Africa, la route 66 e… un’escursione in Oceano per avvistare squali bianchi.

Related posts