Lugagnano ha già il nuovo Tzigano, indicato in conclave: si tratta di Giancarlo Giacomelli, detto “Charly”

Martedì 9 gennaio scadeva il termine ultimo per la presentazione delle candidature per diventare trentaseiesimo Tzigano del carnevale di Lugagnano, e con una certa dose di suspance, alla fine le nuove candidature non sono arrivate.

L’appuntamento era alle 21 presso la sede del Comitato Carnevale Benefico Lo Tzigano di Lugagnano, in parrocchia, ed è però andato deserto.

A questo punto il Direttivo del Comitato, riunito in conclave come stabilito dallo Statuto, ha indicato di diritto il nome del trentaseiesimo Tzigano scegliendolo tra gli Tzigani degli scorsi anni.

E la scelta è caduta su Giancarlo Giacomelli, detto “Charly”, assieme a Lucia Fila. I due avevano già rivestito la carica di Tzigani nel 2015 (nella foto sopra durante la sfilata di Lugagnano).

L’anno scorso a rivestire la carica di prima maschera di Lugagnano era stato Marco Modena detto “El Mode”, accompagnato da Mara Spagnolo .

Quest’anno, quindi, non si terranno le tradizionali votazioni elettroniche in piazza e la prossima tappa del calendario carnevalesco di Lugagnano sarà il 27 gennaio, con l’investitura ufficiale del nuovo Tzigano Giancarlo “Charly” Giacomelli.

Scelto lo Tzigano, grandi rimangono, invece, le incertezze su quando si terrà la sfilata di carnevale di Lugagnano.

Come abbiamo già raccontato, era prevista per il 4 di marzo ma in quella data si terranno le elezioni politiche in tutta Italia, e quindi la manifestazione non è stata autorizzata dal Prefetto di Verona, che ne ha competenza. Il Comitato carnevalesco ha proposto una data alternativa, sabato 3 marzo, ma anche su questa data vi sono perplessità in quanto i seggi nel pomeriggio saranno comunque aperti per le operazioni preliminari degli scrutatori e per l’insediamento delle forze dell’ordine.

Comunque, una risposta ufficiale e definitiva del Prefetto è attesa a giorni.

Related posts