Trasporto scolastico a Sona: chi gestirà il servizio il prossimo anno? La parola al Consiglio di Stato

I Comuni di Sona Sommacampagna, Castelnuovo del Garda e Valeggio lo scorso anno si sono uniti come centrale unica di committenza per affidare il servizio di scuolabus.

La gara, che prevedeva l’assegnazione del trasporto scolastico per tre anni al costo di due milioni e 300mila euro fu affidata al raggruppamento temporaneo di imprese costituito da due aziende mantovane: l’azienda di trasporti Apam e Sol.Co Trasporti.

L’esito della gara è stato però contestato dalla terza classificata, il raggruppamento temporaneo di imprese – tutto veronese – composto da Consorzio Eurobus Verona con Autoservizi Pasqualini, che ha impugnato la decisione davanti al TAR Veneto.

La scorsa primavera i giudici amministrativi hanno dato ragione ai ricorrenti. Immediatamente i vincitori della gara, Apam e a Sol.Co Trasporti, hanno a loro volta impugnato la sentenza del TAR avanti il Consiglio di Stato. In giudizio si è costituito anche il Comune di Valeggio sul Mincio, che aveva gestito la gara d’appalto come Comune capofila della centrale unica di committenza.

Ora l’udienza davanti al secondo grado del giudizio amministrativo è in calendario per il 6 settembre, ad una manciata di giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico.

Il Consiglio di Stato potrebbe confermare la sentenza del TAR, e quindi riaffidare la gara ai ricorrenti veronesi, oppure ribaltare quel giudizio e ribadire l’esito iniziale della gara d’appalto con affidamento alle due ditte mantovane.

Una decisione che, comunque, arriverà ad anno scolastico iniziato e quindi potrebbe portare anche a Sona ad un cambio dei gestori del servizio di trasporto scolastico nel corso dell’anno, a scuole aperte.

Related posts