Sona, con Castelnuovo e Sommacampagna, diventa distretto commerciale regionale. Per la valorizzazione economica del territorio

Con la legge regionale 28 dicembre 2012, n. 50 “Politiche per lo sviluppo del sistema commerciale nella Regione del Veneto” è stata approvata la disciplina del commercio al dettaglio su area privata. L’intervento normativo regionale ha inteso perseguire una generale finalità di sviluppo del settore commercio riservando un ruolo di primo piano alle attività commerciali inserite nel tessuto urbano, favorendone la rigenerazione e ricercando nuove strategie di sviluppo sostenibile sotto il profilo economico, sociale, territoriale e ambientale.

Con queste finalità il legislatore regionale ha previsto alcune misure di politica attiva per il commercio, tra le quali assume un particolare rilievo la previsione relativa ai distretti del commercio, definiti come gli ambiti di rilevanza comunale o intercomunale nei quali i cittadini e le imprese, liberamente aggregati, qualificano il commercio come fattore di innovazione, integrazione e valorizzazione di tutte le risorse di cui dispone il territorio, al fine di accrescerne l’attrattività e sostenere la competitività delle sue polarità commerciali.

L’Assessore del Comune di Sona Elena Catalano

Un progetto al quale ha aderito anche il Comune di Sona, assieme ai Comuni di Castelnuovo e Sommacampagna, nell’ottica e nella direzione della valorizzazione e dello sviluppo delle realtà commerciali del nostro territorio e dei nostri centri urbani.

“E’ stata oggettivamente straordinaria la prima risposta del territorio all’iniziativa regionale di riconoscimento dei distretti del commercio, avviata nel settembre scorso con l’approvazione, da parte della Giunta regionale, dei relativi criteri e delle modalità di presentazione delle domande”. A dirlo è l’Assessore veneto all’economia e al commercio Roberto Marcato rendendo noto che sono pervenute alla Regione, al termine di scadenza del 30 novembre 2017, 58 domande.

“I Comuni veneti – spiega Marcato – ancora una volta hanno dimostrato di saper raccogliere quella che può essere vista come una sfida che la Regione ha voluto proporre: dimostrare che con la sinergia e la collaborazione tra tutte le componenti economiche e sociali del territorio e le associazioni di categoria si riesce a rivitalizzare il commercio nelle nostre città”.  

Anche alla sinergia tra i Comuni di Sona, Castelnuovo e Sommacampagna è stata, come si diceva, riconosciuta quindi la qualifica di distretto del commercio.

Per il nostro territorio a fare da capofila è stato il Comune di Castelnuovo, grazie al lavoro dell’Assessore al Commercio Elena Tenero. Per Sommacampagna il lavoro è stato portato avanti dall’Assessore al commercio Nicola Trivellati e per Sona dall’Assessore al commercio Luigi Forante prima e, dopo le sue dimissioni, dall’Assessore Elena Catalano.

Related posts