“Soldi buttati per il portavoce” duro volantino di Lega e Progetto Comune contro il Sindaco Mazzi

Continuano le polemiche politiche a Sona per la scelta del Sindaco di Sona Gianluigi Mazzi di nominare, come fatto nella passata legislatura, Luigi Forante come suo portavoce. Anche il Baco aveva preso netta posizione contro questa scelta, che riteniamo non motiva e inopportuna.

Ad intervenire questa volta sono i gruppi Consigliari di minoranza Lega Salvini e Progetto Comune, che negli scorsi giorni hanno fatto trovare nella cassetta delle lettere di tutto il Comune un duro volantino, titolato “Due modi di esercitare l’impegno politico”.

“Il Sindaco Gianluigi Mazzi – scrivono i cinque Consiglieri di minoranza Bonometti (nella foto, intervistato dal Baco), Ferrari, Di Stefano, Pesce e Tortella – con la compiacenza della maggioranza che lo sostiene, ha pensato bene di spendere Euro 20.000 dei Vostri soldi per la nomina di un suo portavoce: figura assolutamente inutile e del tutto sproporzionata per un Comune come il nostro. Questo è stato l’unico parto dell’attuale maggioranza in sei mesi di amministrazione. La gestione della Cosa Pubblica è stata assolutamente trascurata, ove si eccettui qualche inutile taglio di nastro che è servito soltanto a soddisfare la voglia di protagonismo dell’attuale Giunta, cercando di nascondere la manifesta incapacità di amministrare nell’interesse della Collettività. La figura del suddetto portavoce – istituita nel 2016 – si è contraddistinta per il nulla assoluto. Il tutto è decisamente ancora più grave dal momento che tale ruolo è stato assegnato ad un candidato Consigliere comunale bocciato dai Cittadini durante l’ultima consultazione elettorale”.

“In pratica – prosegue il volantino di Lega Salvini e Progetto Comune – ci sembra una compensazione per l’appoggio all’attuale Sindaco pagata con soldi pubblici. Sull’altro fronte la Minoranza Lega Salvini e Progetto Comune ha rinunciato ai propri compensi di Consiglieri comunali per un totale di 20.000 euro devolvendoli ad Associazioni del Comune che operano nel sociale a favore delle fasce deboli della Popolazione; auspica che anche la maggioranza dimostri la stessa sensibilità nell’intendere l’impegno politico come un Servizio alla Comunità. Ha portato avanti con successo diverse iniziative tra cui la prossima apertura del dispensario farmaceutico di San Giorgio in Salici fortemente voluta dalla Cittadinanza. A voi il giudizio”.

In realtà i ventimila euro che i due gruppi di minoranza avrebbero già “devoluto ad Associazioni del Comune che operano nel sociale”, come si potrebbe pensare leggendo il volantino, più che un fatto acquisito è una dichiarazione di intenti in quanto si tratterebbe di devolvere tutti i compensi che come Consiglieri comunali – 27,29 euro lordi a seduta – riceveranno da qui ai prossimi cinque anni di mandato. Sempre che ciascuno dei cinque Consiglieri partecipi ad almeno 145 sedute nel quinquennio.

Al di là dei numeri resta, forte, l’attacco politico sulla figura del portavoce. Che conferma la fase di scontro a Sona tra maggioranza e minoranza.

About Mario Salvetti

Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è uno dei quattro fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti.

Related posts