Palazzolo si unisce per festeggiare Caterina Ambrosi, da 60 anni Suor Serena

Domenica otto ottobre festa a Palazzolo in occasione dei sessant’anni di consacrazione di Suor Serena, con Messa cantata dal coro “Fior del Carmelo”.

Alle 10,30 la comunità si unisce presso la famiglia Ambrosi di Via Prele (da distinguersi dagli Ambrosi Gabriei) per festeggiare l’anniversario della professione religiosa di Suor Serena, della Congregazione delle suore Carmelitane di S. Teresa di Torino. Inoltre la ricorrenza è anche occasione per festeggiare il fratello Igino per i 50 anni di felice matrimonio con Virginia Rudari, con la loro famiglia, le tre figlie, tre generi e quattro nipoti.

Dopo la Messa si tiene l’immancabile pranzo con le consorelle suore, famigliari e amici.

Suor Serena, all’anagrafe Caterina Ambrosi, (classe 1936) è la quarta figlia di Giovanni e di Maria Giacomelli, dopo Alessandro (1929), muratore ferraiolo, Alessandra (1930) che sposò Aniceto Scattolini, Luigi (1933) meccanico, e prima di Igino (1939), calzolaio scarpolin.

Le suore Carmelitane arrivarono a Palazzolo nel 1950 per gestire l’Asilo parrocchiale costruito nel 1934 per la generosità del cav. Antonio Girelli e della nipote Zanetti Elvira. Le prime suore arrivate a Palazzolo erano madre Tarcisia, suore Ester, suor Redenta, Suor Claudina e l’esempio di queste maestre d’Asilo fece scegliere a Caterina la vita religiosa appunto di maestra d’Asilo. Così a diciotto anni entrò nel noviziato e nel 1957 pronunciò i voti con il nome di Suor Maria Serena del Preziosissimo Sangue.

Dopo essersi di diplomata maestra prestò servizio in molti Asili parrocchiali o privati, a Bèrgoro (Varese), Adria (Rovigo), Moncalieri e Balangero (Torino), Civenna (Como), Marene (Cuneo). Con il suo carattere gioviale si è fatta sempre amare dai bambini, ai quali ha insegnato le cose del mondo per la loro età, ma dalla loro ingenuità e schiettezza, non ancora condizionati dagli adulti, ha anche imparato molto.

Da pensionata ha continuato il suo servizio come aiuto cuoca presso l’Oasi Teresiana di Civenna e da poco, a Palazzolo, allegra come sempre e felice della vicinanza della famiglia.

Scatto in occasione del matrimonio di Ambrosi Igino con Virginia. Da sinistra a destra: Ambrosi Igino di Gaetano, Ambrosi Lino, Ambrosi Luigi, Ambrosi Igino (sposo) Degani Gaetano, Rudari Virginia (sposa), Zivelonghi Luigi, Barbieri Marcello, Appoloni Antonio. Sopra, suor Serena oggi e in una foto dei giorni dell’ordinazione.

About Luigi Tacconi

Vive a Palazzolo dalla nascita (10.9.1939). Laureato in Scienze Agrarie a Bologna, ha una moglie e due figlie. Ha operato nell’Amministrazione comunale di Sona per vent’anni, dapprima Consigliere, poi Assessore e infine Vicesindaco. Appassionato di scienze, natura, tradizioni e storia locale, raccoglie fotografie di persone di Palazzolo e redige alberi genealogici. Ha curato il libretto “ Don Pietro Fattori, un prete buono che ha plasmato una comunità” ed ha partecipato alla stesura delle pubblicazioni “Sona, appunti di storia”, “Lugagnano, Palazzolo, S. Giorgio, Sona” , volumi primo e secondo. Fa parte dell’Associazione La Torre di Palazzolo e del Gruppo di Ricerca per la Storia Locale della Biblioteca comunale. Nel 2006 ha iniziato la collaborazione con il Baco da Seta, dal 2012 regge la redazione di Palazzolo ed è alla ricerca di collaboratori.

Related posts