Lugagnano: un cittadino segnala due donne in atteggiamenti sospetti. Una delle due risulta ricercata e viene fermata

Tutto nasce da una segnalazione che un cittadino la mattina dello scorso sabato 30 settembre ha effettuato alla Polizia Locale di Sona (nella foto).

Attorno alle ore 10 questo cittadino informava telefonicamente i Vigili che in via Scurtoli a Lugagnano aveva notato la presenza di due ragazze che a piedi passavano casa per casa, osservando le abitazioni con molto interesse e tenendo un comportamento sospetto. L’idea che si era fatta il nostro concittadino è che le due ragazze, molto giovani, potessero essere intenzionate a commettere dei furti in zona.

A quel punto due agenti della Polizia Locale di Sona, appurata la possibile fondatezza della segnalazione, sono immediatamente partiti da Sona e sono riusciti ad individuare le due ragazze, che nel frattempo, erano giunte in piazzetta Brigata Alpini, nel centro della frazione.

Le due, appena hanno scorto l’auto degli agenti, sono entrate velocemente all’interno del bar Cin Cin.

A questo punto i due Vigili, constatato che il loro comportamento era effettivamente molto sospetto, si sono divisi bloccando le due porte di accesso al locale e le hanno fermate. Hanno quindi verificato i loro documenti, contattando la Stazione dei Carabinieri di Sommacampagna. Immediatamente dalle prime verifiche è risultato che su una delle due pendeva un ordine di ricerca, e quindi i due agenti hanno provveduto a portare entrambe in caserma a Sommacampagna.

In quella sede sono state effettuate ulteriori verifiche dai militari dell’Arma, al seguito delle quali una delle due ragazze è stata rilasciata mentre a carico dell’altra, di nazionalità Croata, sono effettivamente risultati diversi precedenti penali e, addirittura, un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Milano.

La donna, di diciannove anni, è stata quindi accompagnata dai Carabinieri presso la Stazione di Villafranca, per i successi atti.

Il Sindaco di Sona Gianluigi Mazzi, contattato dal Baco su quanto accaduto, ci tiene a ringraziare sia i due agenti della Polizia Locale sia il cittadino che ha fatto la segnalazione.

Con questa modalità di agire, in un clima di collaborazione tra istituzione comunale e cittadini – spiega il Sindaco – è possibile mettere in atto interventi più mirati e rendere, di conseguenza, più sicuro il territorio.

Related posts