“Lavoro ed innovazione”, il Partito Democratico di Sona ha illustrato il patto di stabilità

La sezione comunale del Partito Democratico di Sona ha organizzato a Lugagnano venerdì 3 febbraio un’assemblea sul tema “Il patto di stabilità 2018”.

Il Segretario della sezione Giovanni Forlin, recentemente eletto (nella foto), ha introdotto la serata presentando gli ospiti: il Parlamentare uscente e candidato alle prossime elezioni politiche Dal Moro, nonché Isabella Roveroni e Maurizio Faccincani, candidati rispettivamente per la Camera e per il Senato per il nostro collegio elettorale.

Questi ultimi hanno illustrato il proprio profilo istituzionale, valorizzando l’essere stati entrambi Amministratori locali per anni, la prima del Comune di Villafranca, il secondo in quello di Povegliano.

La relazione sull’argomento della serata è stata tenuta dal Parlamentare che ha inquadrato l’argomento nel contesto lavorativo mondiale che, attraverso la robotica e l’elettronica si sta trasformando mese dopo mese, con una celerità impressionante. Ha dichiarato che ciò che sfugge ai più è che le certezze che oggi sono attuali, già domani risultano essere obsolete. Le aziende ed i Paesi che non tengono conto di questa realtà, ha spiegato, sono destinati al declino.

Per queste ragioni, il Patto di stabilità approvato lo scorso dicembre ha scelto quali priorità di finanziare progetti a sostegno dell’innovazione e della produttività nel privato e nel pubblico.

L’onorevole Dal Moro si è anche soffermato sul tema dei diritti civili, fiore all’occhiello a suo dire dei Governi di centro-sinistra uscenti, e sul problema delle emigrazioni bibliche che spingono alcuni partiti in campagna popolare ad alimentare paure oltre il ragionevole.

L’oratore inoltre, essendo stato relatore per il Partito Democratico nella Commissione parlamentare Casini sulle banche, ha fornito alcune informazioni sul mondo finanziario italiano e soprattutto quello mondiale, che sembra ormai essere in grado di condizionare la vita democratica di molti Paesi.

I temi della serata, pur essendo complessi, hanno destato l’interesse dei partecipanti all’incontro perché presentati con chiarezza e corredati da una dovizia di dati tecnici facilmente comprensibili.

About Renato Salvetti

Nato a Rovereto (Trento) il 24 maggio 1940, ha conseguito il diploma di ragioneria a Verona. Sposato, con tre figli, ha svolto l’attività di dirigente d’azienda. È stato per quindici anni un amministratore comunale come Assessore e Sindaco di Sona. È storico delle vicende del Comune dal dopoguerra ed ha collaborato a pubblicazioni sulla storia recente e dei secoli passati del territorio di Sona e dell’area veronese.

Related posts