In dodici ad un corso per l’utilizzo del defibrillatore. Anche così si fa comunità a Mancalacqua

C’è chi la domenica mattina poltrisce fino a tardi, chi va a correre, chi studia e chi invece frequenta un corso per operatori non sanitari di BLS-D, un acronimo in lingua inglese che sta per Basic Life Support Defibrillation, cioè supporto alle funzioni vitali di base con applicazione del defibrillatore.

Il 25 febbraio, presso la sede della cooperativa L’Infanzia, un gruppo di dodici persone residenti nel territorio di Lugagnano ha trascorso una mattinata di formazione sull’uso del DAE (Defibrillatore Automatico Esterno), in collaborazione con la Società di Formazione Francesco Bazzoni STP.

L’iniziativa è stata fortemente sostenuta, anche economicamente, dall’Amministrazione Comunale di Sona, da Casa Molon e dal Comitato Mancalacqua Project, che ha promosso il progetto. Grazie alle numerose iniziative attivate in questi anni, il Comitato Mancalacqua Project ha potuto integrare il proprio fondo, organizzare nuove iniziative di animazione sociale ed acquistare strumenti per soddisfare esigenze collettive del quartiere.

Durante l’ultima manifestazione svolta presso il Parco Tortella (Mancasport 2017), la comunità di Mancalacqua ha indicato a maggioranza di voler investire il fondo di quartiere per l’acquisto di un defribillatore DAE.

Il quartiere è caratterizzato da un’alta densità abitativa ed è molto frequentato per la presenza di un parco giochi e di alcune attività commerciali circostanti; pertanto, oltre all’installazione dell’unità DAE pensata nelle vicinanze delle attività commerciali (luoghi frequentati e di forte passaggio), il Comitato di quartiere ha espresso la volontà di organizzare anche un corso di formazione rivolto a tutti i cittadini residenti del quartiere e ai titolari delle attività commerciali.

L’Amministrazione Comunale ha appoggiato fin da subito il progetto.

“Ritengo il progetto DAE proposto dall’Associazione Mancalacqua Project una nobile iniziativa che contraddistingue ancor più i buoni propositi di questa nuova realtà associativa del nostro territorio – ci racconta il Vicesindaco Simone Caltagirone -.  In due anni di intensa attività, giovani e meno giovani appartenenti all’Associazione Mancalacqua Project, figlia del progetto ABC iniziato nell’autunno 2014, hanno saputo ‘sfornare’ iniziative sempre rivolte al benessere della comunità che li circonda. Oggi, con questo progetto, un ulteriore importante passo in avanti verso l’obiettivo di far diventare Sona un “Comune Cardioprotetto”; l’installazione di un defibrillatore e la formazione di un gruppo di persone abilitate al suo utilizzo, mette in maggiore sicurezza un quartiere densamente popolato. Considerato l’alto valore civico dell’iniziativa, anche l’Amministrazione, per tramite dell’Assessorato alle Politiche Sociali, ha voluto co-finanziare il progetto DAE.”

Al corso hanno partecipato membri del Comitato, commercianti del quartiere (Casa Molon, Bar L’Incontro, PGA System, English School) e cittadini di Mancalacqua, tra cui anche giovani. All’inizio non ero particolarmente interessato, poi l’ho fatto e ora penso che possa sempre tornare utile”, ci rivela uno dei ragazzi.

In primavera il dispositivo verrà installato in quartiere con tanto di cerimonia inaugurale organizzata dal Comitato Mancalacqua Project. Sono le iniziative come questa che trasformano un quartiere in una comunità capace di prendersi cura di sé a 360 gradi.

.

About Glenda Orlandi

Classe 1988, dopo la laurea triennale in Dams - cinema a Bologna si laurea in Scienze del Servizio Sociale a Verona. Attualmente laureanda alla magistrale di Scienze Pedagogiche. Appassionata di cinema, di danza e di sociale, nonostante la sua natura introversa, lavora sul territorio al progetto ABC della cooperativa Azalea, in collaborazione con il Comune di Sona. Se vedete una in tuta al cellulare che va in giro per il quartiere, molto probabilmente è lei.

Related posts