Grande risposta e forti emozioni, per la serata speciale di Ants a Lugagnano. Solidarietà vincente

Salone parrocchiale gremito, oltre 250 i presenti, a riscaldare la gelida serata del 3 dicembre per l’evento organizzato da Ants Onlus per l’Autismo: in tanti sono accorsi per vedere cosa e quanto è stato fatto finora per i ragazzi con autismo e i loro familiari, per ascoltare il loro “grazie”.

Patrocinata dal Comune di Sona, la serata ha visto la partecipazione con saluto iniziale del Presidente del Consiglio Roberto Merzi e degli Assessori Elena Catalano e Gianmichele Bianco. Ad introdurre il fitto programma, un intervento del dottor Leonardo Zoccante dell’Azienda Ospedaliera di Verona che con semplici pensieri ha spiegato a tutti cosa significhi “autismo”.

Concetti ripresi da Federica Costa, Presidente e conduttrice: “Sappiamo che non c’è una medicina che guarisca dall’autismo, non è infatti una malattia; vogliamo piuttosto partire dai loro punti di forza, dai loro “talenti” e tirar fuori il meglio da tutti loro lavorando assieme, facendo rete, perché da soli non si va lontano. Solo così raggiungeremo il nostro obiettivo di genitori: renderli il più possibile autonomi… e felici”.

Spazio quindi alla carrellata di racconti, testimonianze, video e foto, per raccontare i progetti realizzati e i traguardi raggiunti finora. Andrea Favari, “storico” presidente Ants e Mireya Moyano, psicologa, hanno raccontato le origini di Ants e i progetti tradizionali come quello di formazione genitori, il progetto scuola e domiciliare e Azalants. Si è parlato poi delle iniziative legate a sport e tempo libero, con i progetti Judo, Basket e Up, del ciclo delle uscite estive e dell’inedito progetto di Teatro con Francesca Botti e gli adolescenti di Lugagnano: toccanti i racconti dei genitori e i contributi degli psicologi Sara Sabaini, Silvia Poiesi e Alberto Venturelli. Tutti progetti che si sono realizzati grazie a numerosi volontari, tra cui adolescenti e giovani di Lugagnano.

A proposito di famiglie, con le dottoresse Francesca Silvestri e Irene Antolini si sono ripercorsi i progetti rivolti proprio a loro, come “E io?”, per i fratelli, “Spazio Genitori” e “Relazione Serena”, la nuova iniziativa di cui hanno parlato gli istruttori cinofili Elisa Arvedi e Gaetano Lo Russo.

Immancabile in chiusura l’illustrazione del Progetto Autismi in Rete, premiato a novembre da Cariverona e coordinato dal dottor Zoccante con Daniela Civiero e Patrizia del Gruppo Asperger Verona, Sonia Rigoni dello Sportello Autismo.

Ad intervallare e accompagnare la splendida colonna sonora dei bAnts, mentre ha suscitato emozione anche il bel video “Autismi in rete” realizzato da Luca Peretti e la Cicciotun. In chiusura, un elenco di accorati grazie.

Un grazie speciale degli organizzatori va alla Parrocchia di Lugagnano che da sempre ha messo a disposizione di Ants gli spazi del Centro Parrocchiale e in particolare al Parroco don Antonio Sona per la grande disponibilità. Un sentito ringraziamento al nostro Comune di Sona per il supporto sia economico che di presenza costante a tutti gli eventi ANTS. Un grazie di cuore, poi, è stato ribadito a tutti i giovani e gli adolescenti della parrocchia e della comunità di Lugagnano per il grande sostegno ai progetti.

Alla fine… brindisi per tutti offerto da Cantina Monteci! 

Sul prossimo numero del Baco, in edicola da sabato 16 dicembre, dedichiamo un ampio servizio ad ANTS e alle tante attività di sostegno al mondo dell’autismo che si tengono a Sona.

Le foto del servizio sono di Chiara Zardini e Andrea Malizia.

.

About Vera Tomelleri

Laureata al DAMS, mamma di 4 pesti, addetta stampa, Vera Tomelleri è appassionata di Manga e mountain bike, sogna l’Africa, la route 66 e… un’escursione in Oceano per avvistare squali bianchi.

Related posts