Domenica a Sommacampagna al via il Mercato della Terra di Slow Food, si terrà ogni prima domenica del mese

Il tema della ricerca di opportunità per ridurre la filiera di distribuzione dei prodotti agricoli, siano essi frutta o verdura, è di particolare attualità. Sono sempre più frequenti infatti mercati a chilometri zero e forme di vendita direttamente dal produttore.

Cosa ha di particolare allora l’iniziativa del Mercato della Terra che la Condotta Slow Food Garda Veronese ha promosso con il sostegno dell’amministrazione comunale di Sommacampagna?

Chi conosce Slow Food sa che la filosofia con la quale sviluppa e realizza le proprie iniziative di promozione e vendita dei prodotti della terra è basata su tre principi: Buono, Pulito e Giusto.

La parola Buono vuole descrivere un cibo che corrisponde a una cultura, che sia riconosciuto da un palato educato e da un cervello informato. La cultura è la forza genuina che sta dietro all’evoluzione della nostra cucina. La cultura conduce alla consapevolezza e la consapevolezza conduce alla conoscenza. E con la conoscenza arriva la responsabilità.

La parola Pulito fa riferimento ad un cibo che non ha lasciato una scia di sporco dietro di sé: è quindi prodotto senza eccessivo uso di combustibili fossili, non ha causato deforestazione, non è stato trasportato dall’altro capo del pianeta, è di stagione e non ha imballaggi eccessivi. Il consumatore deve diventare consapevole che i cibi “puliti” sono essenziali per la salute propria e delle future generazioni.

La parola Giusto evoca un cibo ottenuto con un’equa distribuzione del valore lungo tutta la filiera di produzione e che deve essere analizzata in ogni fase, denunciandone ingiustizie. Il concetto di giusto relativo al cibo si concretizza anche nella possibilità per tutti di avere accesso a un cibo in quantità e in qualità sufficienti.

Se questi sono i principi si capisce perché abbia un senso organizzare un Mercato della Terra. L’iniziativa non solo è la prima nel Veneto, ma si aggiunge alle 65 iniziative simili attive in tutto il mondo. Ecco quindi un altro valore peculiare di Slow Food, riuscire ad aggregare attorno ad un progetto non solo produttori locali o nazionali, ma anche produttori di tutto il mondo.

Nel caso specifico questo Mercato della Terra si svolge nella vicina Sommacampagna, in piazza della Repubblica, la prima domenica del mese dalle ore 9 alle ore 13.

Il lavoro di ricerca e selezione che i referenti della Condotta Slow Food Garda Veronese hanno condotto ha permesso di individuare più di 30 tra agricoltori, produttori e artigiani del cibo. Il Mercato della Terra di Sommacampagna coinvolgerà agricoltori, produttori e artigiani del cibo che animeranno un mercato a filiera corta che si terrà all’aperto, nella bella piazza alberata nel cuore del paese, in quello stesso luogo da cui è partita l’Antica Fiera Agricola di Sommacampagna, le cui origini risalgono al XVII secolo e il cui mercato costituiva un appuntamento fisso per le comunità del territorio.

I produttori, provenienti dalla provincia di Verona e le provincie limitrofe, proporranno prodotti veramente particolari. Saranno integrati da ospiti di altri territori, di volta in volta, sempre e comunque selezionati in base agli stessi criteri e alla stagionalità dei loro prodotti: quindi non tutti i produttori potranno essere sempre presenti.

About Enrico Olioso

Nato a Bussolengo il 16 agosto 1964, risiede dall’età di 5 anni a Sona (i primi 5 anni a Lugagnano). Sposato con due figli. Attivo nel mondo del volontariato fin dall’adolescenza, ha fatto anche esperienza di cooperazione sociale. È presidente dell’associazione Cav. Romani e socio Avis dal 1984. Fa parte della redazione di Sona del Baco da Seta dal 2002. È tra gli ideatori del progetto Associazioni di Sona in rete attivato nel settembre 2014.

Related posts