Cade un ultraleggero tra Sona e Sommacampagna e muore Luciano Urbani, imprenditore di Sona

Un lutto colpisce il Comune di Sona in queste ore, stroncando la vita di uno degli imprenditori più noti del territorio: Luciano Urbani.

Nel pomeriggio di venerdì 4 gennaio, qualche minuto prima delle 16, un aereo ultraleggero è caduto tra Sona e Sommacampagna, nell’area dell’interporto da lui realizzato, e di cui è proprietario, nei pressi della ferrovia sotto il colle di Sona, di fronte a Madonna di Monte, sulla linea Verona-Brescia.

L’interporto era tornato in attività nella primavera del 2017, dopo anni di inattività.

Urbani, 71 anni e residente a Palazzolo, è morto sul colpo dopo che l’ultraleggero Cessna da lui pilotato è precipitato, dopo aver tranciato un cavo della media tensione a ridosso dei binari. Il veivolo era decollato da poco e lo schianto si è verificato nonostante la visibilità fosse perfetta, senza traccia di nebbia.

Fortunatamente l’incidente non ha coinvolto la linea ferroviaria ed eventuali treni in transito.

Sul luogo del disastro sono intervenuti i vigili del fuoco, i Carabinieri, la Polizia e il Suem 118.