A Lugagnano un Club di appassionati delle Fiat Cinquecento. A maggio il primo raduno, sono aperte le iscrizioni

Impossibile non provare un’istintiva simpatia alla vista di una Cinquecento. La storia di questa piccola autovettura è infatti legata alla vita di moltissimi italiani, che la sentono parte della loro tradizione e della loro identità. La nascita della mitica utilitaria della Fiat, con un motore a due cilindri e dalla velocità massima di ottantacinque chilometri orari, un’ottima tenuta di strada e consumi ridotti, risale al 1957, in pieno boom economico. Costava 490 mila lire ma il prezzo venne abbassato dopo poco perché non fu subito un successo di vendite.

La prima serie si chiamava 500 N, ma vennero poi prodotti fino alla metà degli anni Settanta altri modelli da essa derivati. Al debutto, nel 1957, nonostante si presentasse come una vettura molto spartana e poco curata esteticamente (vetri fissi, niente cromature e panchetta al posto del sedile posteriore), la Cinquecento pian piano entrò nel cuore della gente, al punto da divenire l’auto del popolo. Infatti dal 1957 al 1972 fu la Fiat più venduta, diventando un mito per gli italiani, al punto che la nostra penisola è piena di club di appassionati, che organizzano costantemente eventi e raduni.

Quindi, dopo quello dedicato alle mitiche Vespa Piaggio, anche Lugagnano ha ora il suo club dedicato al gioiellino di casa Fiat, che si chiama “100% Cinquecento”, ed ha organizzato domenica 13 maggio il primo raduno Fiat 500 e auto storiche, patrocinato dal Comune di Sona.

Dalle ore 8,30 le auto saranno messe in mostra in via 26 Aprile, per poi partire per un giro turistico a tappe alle ore 10,30. Il giro si concluderà a Valeggio sul Mincio con un pranzo al ristorante, preceduto da due soste presso l’Azienda Agricola “Il Giogo” e la Cantina Bergamini a Colà di Lazise.

Chi volesse iscriversi può contattare Denis Piccoli, residente a Lugagnano e presidente del Club.

“Mio padre Bruno aveva in garage una 500 L del 1971 – ci racconta Denis – e nel 2010 ho deciso di restaurarla per poterla utilizzare il giorno del mio matrimonio. Dopo le nozze ho continuato a servirmene, contagiando con questa passione alcuni amici, fino a costituire spontaneamente un gruppo, che nel 2011 era formato solamente da tre vetture, ma ad ogni raduno si sono aggiunti via via altri appassionati. Nel frattempo ho acquistato un’altra Cinquecento R rossa, rimettendola a nuovo insieme a mio papà. Il 4 luglio 2017, anno del sessantesimo anniversario della Cinquecento, è nato a Lugagnano il nostro Club, con lo scopo di riunire tutti gli appassionati di autovetture di interesse storico, con particolare riferimento alla FIAT 500 e suoi derivati.”

Il Club “100% Cinquecento” visita al Museo Ferrari di Maranello nel novembre del 2017. Sopra, Denis Piccoli con la moglie ed il figlio e le amate 500

Ad oggi “100% Cinquecento” è formato da ben cinquanta iscritti e costituito da trenta vetture. Per conoscere meglio la locale associazione di appassionati di auto d’epoca è possibile visitare il sito www.centopercento500.it, che contiene moltissimi scatti relativi ai raduni del Club, tra cui una , in occasione del settantesimo anniversario della Rossa. Una curiosità: il più piccolo socio del Club Cinquecento di Lugagnano è Manuel, di quasi cinque anni, il quale segue il papà Denis in ogni raduno, fin da quando aveva quattro mesi.

Per partecipare all’evento del 13 maggio ed avere ulteriori informazioni è possibile contattare Denis Piccoli al numero 348 7309808..

Il gruppo dei fondatori del Club “100% Cinquecento”

About Chiara Giacomi

Nata a Verona nel 1977, ha conseguito la laurea in Lettere presso l'Università di Verona e l'abilitazione all'insegnamento presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Sposata, con due figli, insegna Lettere al liceo.

Related posts