Il Questionario del Baco: risponde Davide Mainenti, pasticcere a San Giorgio con la passione per la pallavolo

Prosegue la rubrica “Il Questionario del Baco” con la quale andiamo a conoscere in maniera leggera e scherzosa alcuni nostri concittadini. Si tratta di una serie di domande, sulla scorta del celebre “Questionario di Proust”, volte a conoscere i gusti e le aspirazioni personali di chi vi risponde. Malgrado la denominazione possa indurre a pensare che sia stato creato da Marcel Proust, il grande scrittore francese si limitò a fornire le proprie risposte

Oggi risponde al questionario Davide Mainenti di San Giorgio in Salici. Nato nel 1993 a Bussolengo, per tutta l’adolescenza ha praticato la pallavolo, arrivando ad indossare la maglia della Nazionale Italiana pre-juniores. Dopo un’esperienza lavorativa in un ristorante, ha iniziato a gestire la sezione Bar della Pasticceria Mainenti di San Giorgio in Salici, precedentemente aperta dalla sorella Martina.

Il tratto principale del suo carattere?                  

La bontà.

La qualità che preferisce in un uomo?

La determinazione.

La qualità che preferisce in una donna?

L’eleganza.

Quel che apprezza di più nei suoi amici?

La franchezza.

Il suo principale difetto?

Poca pazienza.

Il suo sogno di felicità?

Il matrimonio.

Quale sarebbe la più grande disgrazia?              

Perdere la mia collaboratrice più stretta (Marta).

La nazione dove vorrebbe vivere?

Italia.

Il colore che preferisce?

Blu.

La bevanda preferita?

Caffè.

Il piatto preferito?

Risotto all’Amarone.

I suoi eroi nella vita reale?

Mia Mamma.

La sua canzone preferita?

‘Urlando contro il cielo’ di Ligabue.

Il suo libro preferito?

‘Angeli e Demoni’ di Dan Brown.

Il giorno più importante della sua vita?

Il giorno che mi hanno conosciuto per quello che sono.

Quel che detesta più di tutto?

La falsità.

In che città vorrebbe vivere?

Verona.

Cosa le piace di più di San Giorgio in Salici?

Senso di appartenenza alla comunità.

Cosa le piace di meno di San Giorgio in Salici?               

Poca riqualificazione del territorio.

Il personaggio storico che disprezza di più?

Napoleone.

Il dono di natura che vorrebbe avere?

Un metabolismo più veloce.

Come vorrebbe morire?

In tranquillità, senza rimpianti.

Stato attuale del suo animo?

Felice e innamorato.

Le colpe che le spirano maggiore indulgenza?

Le cose non volute.

Il suo motto?

Tempo e paglia maturano anche le nespole.

Related posts