Da Lush alla Grande Mela un fine settimana per conoscere e sostenere Diversamente in Danza

Diversamente in Danza è un gruppo di danzatori normodotati e diversamente abili. Lo scopo del gruppo è di avvicinare persone diversamente abili al linguaggio della danza, ma anche di sensibilizzare al tema della disabilità chi partecipa ed è attivo nel mondo artistico..

Sabato 5 e domenica 6 maggio il negozio Lush al piano terra della Grande Mela e in piazza Bra ospiterà l’impresa sociale Diversamente in Danza; durante questo fine settimana il ricavato della vendita della crema Charity Pot (al netto dell’IVA) verrà destinato al gruppo coreutico.

Un’occasione, quindi, che permette a tutti di conoscere Diversamente in Danza e le sue numerose attività, e dare un contributo ad una realtà senza scopo di lucro acquistando una crema che fa bene alla propria pelle.

Il gruppo di danzatori è nato a Lugagnano quindici anni fa da un’idea di Giorgia Panetto, che abbiamo già intervistato in qualche numero passato della nostra rivista. Diversamente in Danza oggi conta circa un centinaio di ballerini e ballerine di tutte le età ed è diviso in quattro sottogruppi (Lugagnano, Grezzana, Colognola e Fumane).

Recentemente abbiamo intervistato anche Federica Brutti di Lugagnano, che ci ha raccontato il suo lavoro e la sua passione per la danza, e i numerosi eventi a cui Diversamente in Danza ha partecipato durante il 2016.

Per rimanere aggiornati sulle attività ed i futuri spettacoli di Diversamente in Danza, vi invitiamo a visitare la pagina Facebook dell’impresa sociale e seguirla sul profilo Instagram.

 

About Gianmaria Busatta

Nato nel 1994 e residente a Lugagnano, ha conseguito la maturità presso il liceo classico Don Mazza (VR) nel 2013, è laureato in Economia e commercio e frequenta il corso di laurea magistrale in Banca e finanza presso l'Università degli studi di Verona. Grande interesse per eventi culturali e politici, ha come passione più forte il cinema. Ha frequentato il corso Tandem "Cinema e letteratura" presso l'Università di Verona e i corsi "Capire il cinema" e "Scrivere cinema" presso la Biblioteca Civica di Verona.

Related posts