“Arlecchino e la burocrazya”, giovedì a Sona appuntamento con il grande teatro di SpazioMio

La commedia “Arlecchino e la burocrazya”, messa in scena dalla Compagnia Overlord Teatro, in programma per giovedì 3 agosto già aveva fatto tappa a Sona la scorsa estate, e l’avevamo anche raccontata sulle nostre pagine (LEGGI LA RECENSIONE).

Un gradito ritorno quindi, proprio per la qualità di una commedia – che nasce su un testo di Alessandro Albertin (che in scena è poi Arlecchino) e con la regia esperta di Michela Ottolini – che si snoda attraverso un serratissimo e fisico dialogo tra Arlecchino e le mille facce della burocrazia italiana, tutte rappresentate dalla ‘nostra’ (di Lugagnano DOC) Francesca Botti.

L’Assessore alla Cultura Bianco e Michela Ottolini di SpazioMio Teatro

Una Francesca Botti che è fresca reduce del prestigioso palco del Teatro Romano a Verona, dove qualche giorno fa ha recitato nella commedia “Le baruffe chiozzotte” di Carlo Goldoni, nell’allestimento del Teatro Stabile del Veneto e con la regia di Paolo Valerio

Il contesto de “Arlecchino e la burocrazya”, che potremo gustare giovedì a Sona, è quello della bellissima rassegna teatrale “Storie al Chiaro di Luna” proposta da SpazioMio Teatro e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Sona.

La formula prevede dalle 20.30 un fresco aperitivo presso il parco di Villa Romani e, a seguire alle 21.30, la commedia nell’adiacente spiazzo accanto alla sala consigliare, dietro l’edificio ex canonica. Ingresso € 12, ridotto € 10.

Qui sotto il promo della commedia.

Related posts