“Anche gli italiani parteciparono al D-Day”, mercoledì una serata di storia con gli Alpini di Lugagnano

Lo sbarco in Normandia fu una delle più grandi invasioni anfibie della storia, messa in atto dalle forze alleate durante la seconda guerra mondiale per aprire un secondo fronte in Europa, dirigersi verso la Germania nazista e allo stesso tempo alleggerire il fronte orientale, sul quale da tre anni l’Armata Rossa stava sostenendo un aspro confronto contro i tedeschi.

L’invasione iniziò nelle prime ore di martedì 6 giugno 1944 (data conosciuta come D-Day), quando toccarono terra nella penisola del Cotentin e nella zona di Caen le truppe alleate aviotrasportate, che aprirono la strada alle forze terrestri. All’alba del 6 giugno, precedute da un imponente bombardamento aeronavale, le fanterie sbarcarono su cinque spiagge.

Questo straordinario evento della seconda guerra mondiale, che cambiò letteralmente i destini del mondo, viene raccontato sotto una visuale del tutto originale mercoledì 6 giugno – ricorrenza dello sbarco – presso la baita degli Alpini di Lugagnano.

Attraverso la proiezione di un documentario ideato, scritto e diretto da Mauro Vittorio Quattrina, “D-Day lo sbarco in Normandia. Noi italiani c’eravamo”, si racconta infatti come anche militari italiani parteciparono a quell’incredibile impresa.

“Le grandi vicende della nostra Storia – spiega Fausto Mazzi, capogruppo degli Alpini di Lugagnano – contengono sempre infinite storie minori, come la partecipazione degli italiani al D-Day, la cui conoscenza rende più ricca e completa la nostra consapevolezza del passato”.

La serata, che vede Il Baco da Seta quale media partner ed il Comune di Sona come patrocinatore, si inserisce nel ricco programma di conferenze storiche proposte dagli Alpini della frazione e ha inizio alle 20.45.

Al termine le Penne Nere offriranno a tutti i presenti un gustoso piatto.

Related posts