Obiettivo cinema: “Fahrenheit 11/9”, di Michael Moore. Tanto fumo e poco arrosto

Trama e Recensione Come c**zo è potuto succedere? La voce è del cineasta Michael Moore, ed il suo tono interrogativo si riferisce all’elezione di Donald Trump come Presidente degli Stati Uniti l’8 novembre del 2016. Moore, già autore di Bowling a Columbine, che si è aggiudicato l’Oscar nel 2003, e Fahrenheit 9/11, vincitore della Palma […]

Obiettivo cinema: “Shark – Il primo squalo”, di Jon Turtletaub. Un B-movie perfetto per l’estate

Anche in The Meg Statham conferma le sue peculiarità: i muscoli e lo sguardo duro, cattivo e tenace di fronte a qualsiasi minaccia non mancano. Tuttavia, per un attore con un passato da tuffatore olimpico e specializzato in arti marziali che si è da sempre concentrato soprattutto sul fisico e l’azione, offrire interpretazioni drammatiche o romantiche non risulta una sfida semplice: Statham, infatti, fatica a dare profondità al suo personaggio.

Obiettivo Cinema: i cinecomics sono davvero un male per il cinema?

Hanno fatto piuttosto scalpore negli ambienti di Hollywood le affermazioni pronunciate da James Cameron, che non si è espresso a favore dei lungometraggi tratti dai fumetti; il regista di Avatar, Titanic e Terminator, pur ammettendo di essere per primo un fan dei Vendicatori, ha dichiarato quanto segue: «Spero davvero che ci stancheremo tutti degli Avengers molto presto. Non che io non ami quei film. È solo che, insomma ragazzi, ci sono tante altre storie da raccontare».

Obiettivo cinema: la filosofia del Trono di Spade. Tra politica, potere e l’inverno che avanza

Il Trono di Spade è una serie televisiva di genere fantastico, nata come adattamento dell’opus magnum letterario firmato da George R. R. Martin, le Cronache del ghiaccio e del fuoco. La trama si svolge in un mondo immaginario composto sostanzialmente da Westeros, il Continente Occidentale, ed Essos, quello Orientale. Anche la collocazione temporale non è […]

Obiettivo cinema: Un inno alla politica (non populista) nel film “L’ora più buia”

La speranza è che il film L’ora più buia tracci una strada maestra per tutti coloro che aspirino alla vita politica anche locale, anche a Sona: ciò che conta, per i cittadini elettori, non è solo il programma elettorale (nella sua fattibilità e concretezza), ma il buonsenso, la perseveranza, la fiducia. L’umanità, appunto.

Obiettivo cinema: “A quiet place”, di John Krasinski. Un horror sui generis in cui il silenzio è assordante

Trama e Recensione “Rimanete in silenzio, rimanete vivi” è il titolo di giornale stampato nel 2020, un anno distopico post apocalittico in cui la Terra è stata invasa da creature aliene corazzate prive del senso visivo, ma con un udito ipersensibile: basta provocare un piccolo rumore per diventare una loro preda. La famiglia Abbott, composta […]

Obiettivo cinema: “Loro 1”, di Paolo Sorrentino. Non piacerà agli anti-berlusconiani

Trama e Recensione Durante una bellissima giornata di sole una pecora entra in una lussuosa villa in Sardegna e fissa lo schermo di una televisione accesa in cui è trasmesso un programma di Mike Bongiorno. Questi i primissimi minuti di Loro 1, prima parte del dittico Loro, l’ultima fatica di Paolo Sorrentino dopo l’emozionante Youth […]

Obiettivo cinema: “Avengers: Infinity War”, di Anthony e Joe Russo. La summa dei cinecomics Marvel

Trama e Recensione Da quando fu creato l’universo, sei gemme rappresentano gli aspetti essenziali e primitivi del cosmo: tempo, anima, spazio, mente, realtà e potere. Le sei gemme, qualora vengano tutte riunite nel Guanto dell’Infinito, consentono al loro possessore di diventare onnisciente e onnipotente. È volontà del titano Thanos appropriarsene per sfruttarne l’incommensurabile potere, e […]