Fabio da Lugagnano, che quest’estate partecipa ad un rally tra Londra e la Siberia. A bordo di una Fiat Uno 60L

La partenza ufficiale quest’anno è fissata a Londra per il 15 di luglio, con una tappa a Praga due giorni dopo, dove si riuniranno tutti i concorrenti che arrivano da altre zone d’Europa. La destinazione finale, da raggiungere entro il 10 settembre, è Ulaan Ude, una cittadina della Siberia a pochi chilometri dal confine mongolo e ad oltre 16 mila chilometri da casa.

“I ragazzi di strada”. Storia di un complesso di Lugagnano degli anni Sessanta, tra musica e ricordi

Il tempo passa inesorabile, ma i bei ricordi restano scolpiti nella mente. La storia raccontata da Renzo parla di un complesso musicale che ha calcato le scene della città e della provincia negli anni Sessanta, ma parla anche di una grande amicizia, che ha colorato di spensieratezza la giovinezza di cinque ragazzi. E l’amicizia riesce a regalare alla vita una musica che continua a suonare nel cuore anche dopo anni.

A Lugagnano un Club di appassionati delle Fiat Cinquecento. A maggio il primo raduno, sono aperte le iscrizioni

Impossibile non provare un’istintiva simpatia alla vista di una Cinquecento. La storia di questa piccola autovettura è infatti legata alla vita di moltissimi italiani, che la sentono parte della loro tradizione e della loro identità. La nascita della mitica utilitaria della Fiat, con un motore a due cilindri e dalla velocità massima di ottantacinque chilometri orari, un’ottima tenuta di strada e consumi ridotti, risale al 1957, in pieno boom economico. Costava 490 mila lire ma il prezzo venne abbassato dopo poco perché non fu subito un successo di vendite.

Un nuovo appuntamento con gli allievi di pittura dell’Università Popolare di Sona: “L’arte ci salva la vita”

Nei tre precedenti articoli abbiamo intervistato il Maestro Giorgio Mazzurega, un primo gruppo di studenti che espongono a San Giorgio e, successivamente, un secondo gruppo di studenti che espongono sempre a San Giorgio, oltre ad aver brevemente accennato ad alcuni dei parametri con cui si deve valutare dall’esterno l’operato di una Università Popolare.

Giovanni Signorato e una passione inguaribile: “Perchè la musica è pura emozione”

Facciamo due chiacchiere con Giovanni Signorato, più semplicemente Giò. Classe ’93, splendida voice della band di Lugagnano “Degeneration”, collaboratore del Baco, pantera tra i pali nelle fila della formazione dilettantistica ci calcio a 5 Orange ’14, ma anche e soprattutto grande appassionato e studioso di musica. Dal canto agli strumenti, Giò ci racconta una passione “inguaribile” che lo accompagna da sempre.