Tra cavalli abbandonati e coltelli in strada. La “movida” a Sona negli anni 30 del secolo scorso

Nel 1935 fu curioso l’intervento dell’Usciere Castioni, che elevò contravvenzione ad una persona che “ha abbandonato il proprio cavallo nella via principale di Lugagnano davanti alla salumeria di Mazzi Luigi, detto Giure, lasciandolo slegato e scoperto per un’ora, (dalle ore 16 alle 17) e per di più faceva vento e nevicava .

Mercoledì a Custoza concerto lirico per commemorare Giuseppe Lugo. E il Baco regala un documento storico

Mercoledì 28 giugno, alle ore 21, nella suggestiva cornice del Parco di Villa Vento a Custoza, si terrà il XXIV Premio “Giuseppe Lugo”, importante manifestazione musicale in onore del grande tenore Giuseppe Lugo (1899-1980), nativo di Rosolotti di San Giorgio in Salici. L’ambito premio è stato assegnato quest’anno al tenore Francesco Demuro (nella foto), che [...]

La classe 1957 del Comune di Sona in gita a Pavia per il traguardo dei sessant’anni

La Certosa di Pavia è un complesso monumentale storico che comprende un monastero e un santuario. Edificato alla fine del XIV secolo per volere di Gian Galeazzo Visconti, signore di Milano, in adempimento al voto della consorte Caterina dell’8 gennaio 1390, e completato entro la fine del 1400 in circa 50 anni, assomma in sé diversi stili, dal tardo-gotico italiano al rinascimentale.

Cultura che cresce a Sona: book-crossing al via in quattro parchi del nostro Comune

Il Book-crossing nel Comune di Sona è ormai attivo da due anni ed ora aggiunge un nuovo livello di presenza nel territorio: quattro casette di legno saranno posizionate in altrettanti parchi delle quattro frazioni di Sona. Tutti potranno fruire liberamente dei libri, avendone cura. L’iniziativa del Book-crossing, che prevede di mettere a disposizione gratuitamente per […]

Maturità, esami di terza media e qualità dello studio: un dibattito sempre più aperto

E’ proprio la motivazione umana ad essere la chiave di volta e la garanzia di successo di qualsiasi approccio didattico: quando lo studente sa perché sta studiando, ed è libero di affrontare lo studio coi propri tempi e modi, si sentirà spinto ad esprimere le proprie idee, nella consapevolezza che sta facendo un lavoro utile per sé e per gli altri.