La pubblicità sul Baco da diritto al “bonus pubblicità”: perché non approfittarne?

Le spese sostenute per la pubblicità sul nostro periodico Il Baco da Seta (che distribuisce più di duemila copie sul territorio) o su questo sito internet (che viene visitato anche da diecimila utenti diversi ogni giorno) rientrano a pieno titolo tra le spese che danno diritto al bouns pubblicità in quanto la nostra è una testata giornalistica iscritta presso il competente Tribunale, ai sensi dell’art. 5 L. 8.02.1948, n. 47, e dotata della figura del Direttore responsabile

Un focus su Sona. Che relazione c’è tra gioco d’azzardo, reddito e disoccupazione?

Nel contratto sottoscritto dal neo governo giallo-verde vi è un passaggio in cui sono specificate misure volte a contrastare il fenomeno della ludopatia, tra le quali, ad esempio, “il divieto assoluto di pubblicità e sponsorizzazioni, obbligo all’utilizzo di una tessera personale per prevenire l’azzardo minorile; imposizione di limiti di spesa” per le aziende del settore.

Don Pietro: dal prossimo Baco una rubrica del Coparroco di Lugagnano per riflettere su un mondo che cambia

Da subito tra don Pietro e il Baco è nato un prezioso rapporto di confronto e dialogo, che ha portato all’idea di dare vita ad una rubrica a sua firma sulla rivista. Dal prossimo numero, quindi, troverete su ogni Baco la voce di don Pietro, che si cimenta e riflette su piccoli e grandi temi di interesse per le nostre famiglie, i nostri giovani e la nostra comunità.