Dedicata all’alpinismo in rosa la rassegna 2018 di Sona FilmFestival “la montagna si proietta in collina”

Ad un anno di distanza dalla scorsa edizione, è stata resa pubblica la nuova programmazione dell’undicesima edizione della Rassegna di Sona FilmFestival “La montagna si proietta in collina”.

L’inizio è previsto venerdì 16 febbraio presso il teatro parrocchiale di Sona alle ore 21 e proseguirà per quattro venerdì consecutivi, con conclusione venerdì 9 marzo 2018.

Rispetto all’anno precedente, la programmazione della rassegna, che è patrocinata dal Comune di Sona, viene differita di circa un mese ma con quattro serate dense di contenuti, tutte dedicate all'”Alpinismo in Rosa”, ovvero la montagna vissuta e raccontata dalle donne.

Le prime due serate – venerdì 16 e venerdì 23 febbraio – sono in compagnia di due giovani ed intraprendenti ragazze, Michela Pighi e Miriam Campoleoni, le quali racconteranno le loro esperienze in Sud America, la prima sulle cime del Perù, la seconda sulle cime della Bolivia. Per entrambe sarà l’occasione di raccontare le loro passioni che vanno oltre l’aspetto puramente alpinistico ma comprendono anche il loro stile di vita nel godere completamente le loro esperienze e passioni.

La terza serata di venerdì 2 marzo prevede la proiezione di tre film in collaborazione con Trento Film Festival 365; Alpinismo in Rosa, ovvero la storia di tre donne, Mira, nepalese, che attraverso lo sport riesce ad emanciparsi e coltivare i suoi sogni, Vanessa Francois nonostante sia paralizzata, grazie ai suoi amici, riesce a scalare il Grand Capucin, un impegnativo monolite granitico nel massiccio del Monte Bianco e la famosa alpinista tarvisiana Nives Meroi che assieme all’amico Marco Albino Ferrari percorrono un impegnativo e selvaggio percorso alpinistico chimato “La Cengia degli Dei” situato nel gruppo del Jof Fuart.

La quarta ed ultima serata si tiene venerdì 9 marzo e ci porta nel cuore dell’Africa equatoriale, dove Maria Loreta Olioso e Maria Luisa Festa racconteranno la loro spedizione sui Monti della Luna nel gruppo del Rwenzori – Uganda, ripercorrendo le tracce del Duca degli Abruzzi nel lontano 1906. La serata sarà accompagnata dal Dott. Mario Tacconi per ricordare la moglie Silvia Auma: assieme hanno contribuito a realizzare molti progetti ad Iceme in Uganda.

Ingresso unico euro 5,00 ad esclusione della serata del 2 marzo ad ingresso libero.

Sotto, il VIDEO che promuove la rassegna.

About Franco Fedrigo

Nato a Isola della Scala il 5 agosto 1961 e residente a Sona dal 1975. Sposato con tre figli. Appassionato di sport è componente del Comitato per la gestione del Teatro Parrocchiale e con alcuni amici organizza una rassegna di film sulla montagna. Fa parte della redazione del Baco dal 2002.

Related posts